Nuove dichiarazioni di ADL al Corriere dello Sport



SSCN

Aurelio De Laurentiis lascia delle nuove dichiarazioni al Corriere dello Sport: tra gli argomenti affrontati c’è anche quello sullo Stadio San Paolo

Aurelio De Laurentiis lascia delle nuove dichiarazioni ai microfoni del Corriere dello Sport e continua a far parlare di sè.

Continua la sua polemica per lo Stadio San Paolo contro l’amministrazione comunale del capoluogo campano.

Per De Laurentiis le condizioni in cui versa lo Stadio San Paolo costituiscono un grave handicap: “Per me è un nightmare, un minus e mi toglie dei punti di upgrading a livello internazionale– queste le parole di ADL”.

Continua poi dicendo:”Non faccio più polemiche e mi costruisco un mio stadio.  Serviranno due anni, nessuno può dirti niente se metti i soldi tuoi e hai i terreni che sono utilizzabili per costruirci un impianto. Se ci sono queste condizioni può esserci un’accelerazione fortissima”.

Dichiara anche la volontà di far giocare al Napoli le partite di Champions League al San Nicola di Bari: “E’ un signor stadio e vorrei giocare lì anche a costo di pagare di tasca mia mille pullman e di consentire ai napoletani di assistere a Bari alle partite di Champions“.

Tra le varie cose ha parlato anche di Ancelotti ed Insigne, del primo dice:” Credo molto in lui e per questo l’ho fortemente voluto. Gli ho dato in mano le chiavi del Napoli. A lui e a mio figlio Edoardo. Ora dopo tanti anni potrò dedicarmi di più a cinema e tv”.

Su Insigne, invece, ha detto:”Ha una clausola simbolica. Con Raiola abbiamo deciso che se arriva un’offerta da 200 milioni lo vendiamo. Non è un accordo scritto ma verbale. Duecento milioni, chiaro?”.

 

Leggi anche