Elezioni nel Nolano, ecco i risultati



indiscrezioni

Elezioni nel Nolano, ecco i risultati definitivi delle amministrative che hanno decretato i nuovi assetti politici dei comuni

A poche ore dalla conclusione dello scrutinio per le elezioni comunali di domenica, arrivano i dati definitivi della tornata elettorale che domenica scorsa ha coinvolto diversi comuni del nolano.

Per quanto riguarda Cimitile, la città delle basiliche paleocristiane, la poltrona di sindaco va per la prima volta al candidato Francesco Di Palma, che con la sua lista “Prima Cimitile” ha ottenuto 2473 preferenze, pari al 51% dei voti totali, superando nettamente lo sfidante Nicola Velotti di “Progetto Cimitile”.  Velotti si è fermato a 1379 voti, pari al 28% del totale, staccando Carmine Greco di “Cimitile Futura”, che ha ottenuto 1001 preferenze ed un 21% di percentuale.

Soddisfatto il neo-sindaco che promette di non deludere gli elettori, affermando che “Cimitile ha deciso di buttarsi il passato alle spalle“, premiando la sua lista.elezioni

A San Paolo Belsito, invece, l’elettorato ha scelto di riconfermare il sindaco uscente Manolo Cafarelli, della lista civica “Insieme per il Bel Sito”, che ha battuto per la seconda volta Giulio De Filippis, della lista “Io amo il mio paese”, già superato alle comunali del 2010. Cafarelli ha ottenuto 1278 voti (52%), contro i 984 (20%) di De Filippis. Staccato il candidato del M5S, Luigi Iovino, che ha ottenuto 189 voti pari al 7% delle preferenze.

Il sindaco Cafarelli, dopo la rielezione, ha voluto subito ringraziare gli elettori, dichiarandosi molto soddisfatto per il voto popolare ed aggiungendo che coloro che contavano su “appoggi esterni ed alleanze occulte” hanno fallito. “Abbiamo vinto noi perché conosciamo le vere esigenze della città“, ha concluso l’ex-dirigente dell’Alitalia sceso in politica nel piccolo comune nolano.

A Tufino, invece, è stato rieletto il sindaco Franco Esposito, che con 1144 voti ha regolato Ferone, fermo a poco più di 950 preferenze, e Nicola Di Mauro, della lista civica “Tufino-Alternativa Progressista”, che ha comunque ottenuto ben 432 preferenze.

In chiusura si registra la rielezione dell’Avvocato Andrea Manzi, sindaco uscente di Casamarciano, rieletto con il 72% delle preferenze con la lista “Casamarciano libera e giusta”, il quale ha staccato il rivale Luigi Napolitano, fermo al 26%.

Manzi si è dichiarato molto contento del risultato affermando che il progetto iniziato cinque anni fa potrà continuare e che l’elettorato ha premiato un programma giusto e virtuoso.

Manzi, che ha ottenuto 497 preferenze sulle 221 di Napolitano nella prima sezione e 616 a 223 nella seconda, è stato il primo sindaco eletto in tutta la provincia di Napoli, essendo la sua elezione giunta alle 18:12 del 1/6.

Leggi anche