Nola, ok alla controperizia agli alberi della villa comunale

Nola

Decisa una controperizia importante per la salvaguardia degli alberi della villa comunale. Scatta il sì del comune di Nola

Effettuato oggi il primo sopralluogo agli alberi secolari della villa di Nola dai dottori agronomi Elena De Marco e Andrea Coppeta, delegati ad una nuova perizia per scongiurare o, quantomeno, limitare gli abbattimenti. I periti sono stati incaricati giorni fa dal Gruppo Attivisti Nola M5S e dai portavoce campani in Parlamento, impegnati da tempo per la salvaguardia dell’immenso patrimonio storico-ambientale che ospita la villa comunale di Nola.

Nei prossimi giorni verrà redatto il piano per le analisi degli alberi e stilato il preventivo dei costi per la realizzazione dell’intervento che servirà a ridimensionare i risultati catastrofici delle analisi effettuate nel luglio dello scorso anno.

Per gli Attivisti M5S di Nola “è una giornata importante, quella odierna”- dichiarano in un comunicato. “L’amministrazione comunale di Nola, grazie anche all’intervento sospensivo della Soprintendenza alle Belle Arti e il Paesaggio per il Comune e la Provincia di Napoli, ha finalmente riconosciuto il diritto dei cittadini ad effettuare una propria perizia di parte per la verificare le risultanze delle analisi eseguite da Giuseppe Cardiello. Non possiamo che ringraziare il sindaco Geremia Biancardi e l’assessore all’Ambiente Luciano Parisi di aver consentito l’esecuzione di una nuova perizia prima di procedere agli abbattimenti ottemperando così a precisi doveri legislativi e di buon senso. Al di là delle rispettive differenze e ruoli istituzionali -prosegue il comunicato- rimaniamo convinti che l’obiettivo della amministrazione debba rimanere quello di preservare i beni comuni e la tutela della salute e della qualità della vita dei cittadini di Nola. L’integrità della plurisecolare villa comunale e del proprio patrimonio storico/ambientale crediamo debba essere interesse di tutti e soprattutto dell’amministrazione comunale. Per tali motivi continuiamo a credere che, se l’analisi dei nostri periti offrirà la possibilità di interventi curativi agli alberi secolari della villa comunale di Nola, l’amministrazione Biancardi provvederà ad applicare tali interventi invece della ‘soluzione finale’ prevista con l’abbattimento.”