Nizza-Napoli, disordini prima dell’amichevole

Nizza-Napoli, scontri fra tifosi

Inimicizie fra tifoserie e ultras alla base dei disordini di stasera fra i tifosi azzurri e quelli nizzardi

Quando si tratta di rivalità fra ultras, se c’è una partita di mezzo, il rischio di disordini c’è sempre: può essere allora la giornata più calda dell’estate, quella da bollino nero nel bel mezzo dell’esodo estivo oppure si può trattare di una giornata piovosa nel bel mezzo di un nubifragio, uno scontro è sempre un’eventualità possibile.

Nizza-Napoli, disordini prima dell'amichevole
Lo stemma del Nizza, avversario del Napoli

Allora anche un amichevole estiva all’inizio di un rovente mese di agosto può diventare pericolosa, e infatti da Nizza, dove in questi minuti si sta giocando la sfida tra Nizza e Napoli, si registrano incidenti fra i supporter delle opposte tifoserie.

I disordini sono iniziati verso le 17:30 di stasera all’altezza del casello autostradale di Saint-Isidore, non lontano dallo stadio Allianz-Riviera, sede deputata della gara fra la squadra di Maurizio Sarri e quella di Claude Puel, manager dell’OGC Nice. Alcuni tifosi azzurri avrebbero infatti lanciato una bomba carta che ha causato un incendio, richiedendo l’intervento dei vigili del fuoco.

L’incendio è stato velocemente domato, ma il casello è rimasto chiuso per più di un’ora, causando così notevoli disagi a quei tifosi che si stavano dirigendo al campo per seguire la gara ordinatamente.

Necessario anche un intervento della Géndarmérie francese per tentare di normalizzare in fretta la situazione, ma a questo punto la situazione sarebbe peggiorata perché i poliziotti si sono trovati costretti a rispondere a lanci di bottiglie da parte di alcuni tifosi del Napoli che avrebbero anche tirato sassi dal cavalcavia nei pressi dell’Allianz-Riviera.

I tifosi sono stati lentamente isolati in una zona ai margini dello stadio e sarebbero soltanto dei cani sciolti: gruppi non organizzati giunti a Nizza in auto privata che avrebbero approfittato della gara per mettere pepe ad una situazione fin troppo normale. Alla base degli scontri ci sarebbe il gemellaggio del Nizza con l’Inter, rivale del Napoli.

Per alcuni minuti si è temuto addirittura il possibile coinvolgimento di tifosi genoani a supporto di quelli partenopei, visto che nel 2009, proprio in coincidenza di una gara con il Nizza a Cuneo, i tifosi del Genoa si erano resi protagonisti di contrasti con quelli nizzardi.

Per ora la situazione è comunque tornata alla normalità.