Navigator, il corteo di protesta si dirige a Palazzo Santa Lucia



navigator

La manifestazione dei navigator si fa sempre più sentita. In tanti, muniti di striscioni, si stanno dirigendo a Palazzo Santa Lucia in segno di protesta

I navigator protestano contro la decisione di De Luca di non firmare l’accordo con Anpal, necessaria per permettere loro di cominciare a lavorare.

I navigator sono, infatti, professionisti assunti dall’Anpal con inquadramento di 24 mesi, con il compito di orientare gli aventi diritto al reddito di cittadinanza. Secondo Vincenzo De Luca, l’accordo firmato da Di Maio, aumenterebbe il rischio di precariato.

I manifestanti – muniti di striscioni che recitano “Con la scusa del precariato sono un navigator disoccupato”,  “Laureati selezionati disoccupati”- si sono diretti verso il Palazzo Santa Lucia. Un corteo per il diritto al lavoro per circa 470 navigator e per famiglie che percepiscono il reddito di cittadinanza.

Fabrizio, uno dei tanti selezionati del Mezzogiorno, ha così affermato- come riportato da Ansa- : “La decisione di De Luca è contro il Mezzogiorno. Vogliamo il contratto adesso e al Governo e all’Anpal chiediamo di risolvere questa situazione, questa empasse politica“.

Si attendono sviluppi della vicenda.

 

Leggi anche