Napoli, un’app anti brogli per le Primarie

Napoli

A Napoli, il segretario del Pd Carpentieri conferma l’utilizzo di un’app per sorvegliare le primarie del centrosinistra

Napoli NAPOLI. Sarà la tecnologia a sorvegliare le primarie del centrosinistra a Napoli il prossimo 6 marzo. La conferma è arrivata oggi dal segretario del Pd metropolitano Venanzio Carpentieri nel corso di una conferenza stampa dove erano presenti anche gli altri quattro candidati Antonio Bassolino, Marco Sarracino, Antonio Marfella e Valeria Valente.

E’ stata sviluppata un’applicazione da alcuni sviluppatori napoletani che consentirà, ai presidenti dei seggi, di registrare e mettere in rete, in tempo reale, tutti coloro che andranno alle votazioni evitando, così, che votano una seconda volta in altri seggi.

Le dichiarazioni di Carpentieri mirano proprio ad una più pulita campagna di comunicazione delle primarie e lui stesso afferma che l’utilizzo di questa app è: “Un modo per metterci definitivamente alle spalle tristi episodi del passato“. “Dopo settimane passate a discutere di procedure – ha spiegato il segretario del Pd – la campagna è entrata nel vivo e auspico che sia puntata su idee e contenuti: i candidati stanno già facendo emergere le loro proposte per Napoli“.