Napoli, torna l’appuntamento con “Una Città Per Giocare”



napoli
Si ringrazia per l'immagine "Napolike"

Napoli, al via la terza edizione di “Una città per giocare”. Tantissime le iniziative promosse dal Comune per adulti e bambini

Sabato 25 maggio, in occasione della “Giornata Mondiale del Gioco”, tornerà a Napoli per il terzo anno consecutivo il progetto ludico itinerante “Una Città per Giocare”.

L’iniziativa,realizzata dalla cooperativa Progetto Uomo e promossa dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, coinvolgerà ogni quartiere della città, stimolando la fantasia di grandi e piccini.

Sabato 25 maggio, dalle ore 10:00 alle 18:00, la Villa comunale di Napoli diventerà una vera e propria ludoteca, dove adulti e bambini potranno vivere un momento di svago creativo. Ad allietare la giornata ci saranno laboratori, attività ludiche e ricreative, spettacoli, letture, ma anche ludobus, circobus, altalene, biblioape e costruzioni.

La giornata sarà organizzata per aree tematiche, numerose saranno le iniziative e i momenti di confronto sull’importanza formativa ed educativa del gioco.

Secondo quanto riporta NapoliTime, il tema dell’edizione 2019 della Giornata Mondiale del Gioco è “Il gioco è un diritto”.

“Il gioco – afferma Roberta Gaeta, Assessore alle Politiche Sociali – non è solo un’attività per bambini ma un collante sociale intergenerazionale: attraverso il gioco si costruiscono relazioni durature, che permetteranno di prevenire e contrastare i problemi della crescita.

Il gioco è un elemento importante di prevenzione, perché quando si parla di disagio o criminalità minorile, spesso è da imputare ad una mancata relazione fra il bambino e l’adulto. Con il gioco si costruisce questa relazione, fin dall’infanzia.”

Tantissimi i partner che hanno preso parte a questa bella iniziativa, tra cui la rete ITLA, Ali per Giocare, Ludobus Artingioco, Melagioco, l’Altralena, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, Mammamà, Natura Sottosopra, Le nuvole scienza, Passione infinita, Valori comuni, La volpe Sophia, La voce delle farfalle, Chiave d’Argento, Scacchistica Partenopea, Ole e Ilva, I morks e il Teatro nel Baule.

Leggi anche