Napoli – Parma, arrivano conferme per Carletto. LE PAGELLE AZZURRE

napoli

 

NAPOLI, 26 SETTEMBRE – Ancelotti oggi parte con un 4-4-2 molto solido e cambia alcuni interpreti rispetto alla precedente partita col Toro.

Ospina è ancora preferito a Karnezis per difendere la porta azzurra.
Hysaji lascia il posto al neoacquisto Malcuit, Maksimovic si riprende il posto, mentre si rivede Fabian Ruiz che fa l’esterno di un centrocampo orfano del capitano Marek Hamsik.
In attacco Milik affianca il sempre presente bomber partenopeo Insigne.
LE PAGELLE:
Karnezis: 6. La sufficienza è politica. Non rischia mai nulla e sembra sicuro tra i pali. E’ diventato titolare per le sue qualità.
Mario Rui: 6. Partita normale per uno come lui, complice anche il valore dell’avversario. Si propone spesso ed è sempre lucido in fase difensiva. Non delude. Sfiora anche il gol ma Sepe gli nega la gioia personale.
Koulibaly: 6.5. E’ il solito muro. Se c’è lui non si passa. Una partita oltre la sufficienza. E’ un leader e si vede, da sicurezza anche ai compagni che gli sono vicini.
Maksimovic: 6.5. PUna partita positiva per lui. Non è un titolare ma non sembra mancargli la sintonia con i compagni di reparto. Buone le chiusure sulle poche folate offensive del Parma. Sempre attento.
Malcuit: 6.5. Buona la prova per il terzino destro. Più volte prova l’uno contro uno e quasi sempre ha la meglio sugli avversari. In fase propositiva si fa vedere per tutta la durata della partita. In difesa sembra aver trovato i giusti tempi e sbaglia veramente poco.
Zielinski: 6. Una buona prova anche per lui, che cerca spesso le penetrazioni centrali per far male al Parma. Tuttavia, forse spreca troppe energie, e diventa poco lucido sotto porta.
Verdi: 6. Entra bene in partita e si fa vedere col cross per la doppia di Milik. Incisivo.
Diawara: 6. Una partita normale. E’ in una posizione in cui deve adattarsi, fa il suo e non sbaglia nel centrocampo a due.
Allan: 7. Motorino tuttofare. E’ ovunque e si vede: ora è a destra e ora lo si vede recuperare palloni preziosi sulla fascia opposta. Non solo contenimento però; Allan si fa valere anche da rifinitore e stasera ha offerto diversi spunti intelligenti agli attaccanti.
Fabian Ruiz: 5.5. Sembra già assimilata la nuova posizione di esterno di questo centrocampo a 4. Buona la complicità con Malcuit, con il quel si scambia spesso posizione per le sovrapposizioni.
Milik: 7.5. In un attacco a due forse non si trova a suo agio ma supera qualunque difficoltà. Sigla il secondo gol della partita, mettendo al sicuro la gara. Prima punta atipica potremmo dire, non da punti di riferimento, crea molto e propone assist vincenti a chiunque gli giri intorno.
Insigne: 7. La cura Ancelotti sembra avergli giovato: il folletto di Fratta è un assist-man, è un corridore e anche un rifinitore. Suo il gol che sblocca la gara dopo 4′. Un giocatore con uno spirito diverso, risulta molto aggressivo per tutta la partita e si fa trovare sempre nella posizione giusta dettando fondamentali tempi di gioco ai compagni.
Mertens:6. Solo la sufficienza per lui. Entra bene in campo e i suoi spunti sono sempre di alto livello. Cerca il gol ma è sfortunato.