Napoli Opera Festival, la lirica e il balletto al Palapartenope

napoli opera festival

Spettacoli di musica classica, opera e balletti intratterranno il pubblico del Teatro Palapartenope: arriva il Napoli Opera Festival

Riscoprire la musica classica, lasciarsi catturare da un balletto e infiammare l’animo dalle note struggenti di un’opera. Dal 10 novembre 2017 al 10 marzo 2018 tutto ciò sarà possibile grazie al Napoli Opera Festival.
Palcoscenico del progetto culturale, che prenderà il volo tra pochi giorni, sarà il Teatro Palapartenope in via Barbagallo.
L’iniziativa nasce allo scopo di avvicinare anche i più restii a questo mondo e salvaguardare, così, il ricco patrimonio culturale e musicale italiano. Chissà, magari coloro che storcono il naso al solo sentir parlare di musica classica, saranno costretti a ricredersi.
Fortemente voluto dal patron del teatro Rino Manna, l’evento vuole, quindi, sottolineare l’importanza della musica classica come strumento pedagogico e non solo. La musica come strumento di comunicazione, di interazione e d’interpretazione di sé e del mondo sarà la prima vera protagonista.
Il palinsesto preannunciato sarà piuttosto vario, anche se non ancora deciso nel dettaglio. Il Festival vedrà l’alternarsi di opere, balletti, concerti lirici curati dal Maestro Domenico Virgili. A solcare il palcoscenico ci saranno, poi, sia giovani promesse che affermati professionisti.

Il pubblico potrà assistere alle esibizioni dell’Associazione lirica “La Pomme” dell’Emilia Romagna, della Compagnia Internazionale di Danza di Fredy Franzutti e con le orchestre ospiti e residence “La Mahler Chamber Orchestra” di Ferrara fondatore Claudio Abbado, “la Nova Amadeus” di Roma, “L’orchestra Sinfonica di Salerno Claudio Abbado” fondatore Giovanni di Lisa, e l’Orchestra del Napoli Opera Festival. Quest’ultima affiancherà anche artisti italiani di fama internazionale.

Mentre cresce l’attesa per il programma definitivo, l’iniziativa sembrerebbe raccogliere già molti consensi. Tutto questo a dimostrazione del fatto che l’opera, la musica classica e il balletto non sono affatto forme d’arte ormai accantonate, anzi.

Per maggiori informazioni rimandiamo alla pagina ufficiale dell’iniziativa.                          Continuate a seguirci per ricevere gli aggiornamenti su ospiti e programma.