Napoli-Fiorentina, Pioli sfida il San Paolo

napoli

Il Napoli affronterà la Fiorentina nella prossima partita di campionato. L’allenatore dei viola si dice pronto a ‘dare un dispiacere agli azzurri’

NAPOLI, 9 DICEMBRE – Ormai sono poche le ore che distanziano il Napoli dalla prossima partita di campionato. Una partita che sarà fondamentale per gli azzurri per avvicinarsi all’Inter o riprendersi la vetta della Serie A (l’Inter giocherà stasera contro la Juventus e in caso di vittoria rimarrà ancora in testa ndr).

Sarri dovrà fare i conti con qualche assenza in più del solito. Ai noti si è aggiunto anche Lorenzo Insigne, infortunatosi nella sfortunata sfida che ha visto il Napoli uscire dalla Champions League, e non convocato per la Fiorentina. Al suo posto dovrebbe avanzare Zielinski. Probabile anche l’ingresso dal primo minuto per Ounas, in cerca di minutaggio per convincere il tecnico, così come il poco usato Giaccherini.

Il resto della squadra sembrerebbe già scritto e il mister si affiderà agli uomini, seppur stanchi, che hanno fatto bene fino ad ora.

Dall’altro lato, gli ospiti sono carichi e riposati. La Fiorentina viene da una vittoria nell’ultima gara contro il Sassuolo ma il cammino non era stato dei migliori, con due sconfitte e due pareggi nelle ultime quattro.

Pioli non si nasconde e, nonostante, sa che la sua squadra non è nel periodo migliore, dice che arriverà al San Paolo con tanta voglia di reagire, da grande squadra.

“Ci siamo preparati per impedire al Napoli qualche situazione di gioco, ma abbiamo studiato anche qualche modo per provare a fargli male. Vogliamo fare bene con la palla tra i piedi e difendere con umiltà quando l’avranno loro, ma servirà un grande lavoro di squadra e un’ottima fase difensiva. Dovremo essere bravi a saltare la loro pressione iniziale, e rispondere pallone su pallone. Se ci riusciamo potremo dare dispiacere agli azzurri”. 

La squadra anche per Pioli dovrebbe essere quella dei titolari. In attacco Thereau e Simeone dovrebbero accompagnare Federico Chiesa, oggetto di mercato e con i fari di Giuntoli e De Laurentiis puntati addosso.

Secondo il suo allenatore, il ragazzo è concentrato sulla partita e non è disturbato dalle voci di mercato. “E’ un grande giocatore come Insigne”, continua Pioli.