Napoli ,assenti le autorità all’inaugurazione di Largo Pignatelli

Napoli
Napoli

Napoli: causa protesta da parte dei lavoratori della Samir,la linea 1 della metro è rimasta ferma fino alle 11, comportando anche l’assenza delle autorità all’inaugurazione di Largo Pignatelli.

 L’area urbana di Largo Pignatelli a Napoli che circonda la linea 6 della Metropolitana ( ancora in fase di completamento) è stata inaugurata stamane, ma le autorità attese hanno disertato.

All’inaugurazione, infatti, secondo quanto riportato dal Mattino, erano attesi il Ministro delle infrastrutture, Graziano Delrio, il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, e il primo cittadino di Napoli, Luigi de Magistris.

Nessuno di loro ha dunque presenziato al taglio del nastro. Causa dell’assenza: una protesta di lavoratori della Samir, la ditta delle pulizie dell’Amn, che per mancati pagamenti hanno occupato i binari, impedendo ai treni di partire. Solo dopo le 11, le forze dell’ordine hanno fatto sgomberare i binari e ristabilito la viabilità dei treni.

Questa la comunicazione ufficiale: «Per un atto di rispetto e sensibilità nei confronti della cittadinanza che è stata duramente colpita da questa scellerata azione il sindaco de Magistris d’intesa con il ministro Delrio e il presidente De Luca ha annullato la partecipazione all’inaugurazione dell’area riqualificata di Largo Pignatelli che avverrà comunque alla presenza dei tecnici e dei rappresentanti di Metropolitana e Ansaldo»

Presente invece il presidente della metropolitana di Napoli, Ennio Cascetta. In piazza sono inoltre intervenuti alcuni rappresentanti del Comitato cittadinanza attiva in difesa di Napoli, per esprimere la precarietà del trasporto pubblico urbano della città. De Magistris ha infine concluso commentando quanto accaduto: «Si tratta di un’azione criminale, molto grave e senza alcuna giustificazione. È un’azione che non ha nulla a che vedere con rivendicazioni di diritti sindacali o altro»