Coppia di napoletani travolta da un torrente in Calabria: il figlio è grave

Calabria, strage

Coppia di napoletani travolta da un torrente in Calabria. Il figlio si trova al Cardarelli ed è in gravi condizioni

Una piena improvvisa e devastante che ha portato morte e disperazione. Così superstiti e soccorritori raccontano quanto è accaduto nelle gole del torrente Raganello a Civita, nel Pollino (Calabria). Come dichiarato da InterNapoli sono salite ad 11 le vittime della tragedia. Una di queste è deceduta stanotte nell’ospedale di Cosenza, come conseguenza ad un trauma toracico. Un agosto infernale, quindi, quello che si sta per concludere.

Nella stessa strage si trovava anche una coppia di 40enni napoletani che era lì per le vacanze, quando all’improvviso è stata travolta dalla furia del torrente. Il figlio, in gravi condizioni, è stato subito trasferito al Cardarelli di Napoli, per ingestione di fango e sabbia. Mentre non c’è stato nulla da fare per i suoi genitori e per l’amica che era con loro.

Nel frattempo si procederà all’identificazione e alla ricerca dei dispersi, molti dei quali non erano muniti di carta d’identità.

«La difficoltà ad avere un quadro chiaro di chi manca all’appello è dovuta al fatto che gli escursionisti erano in gruppi sparsi – ha precisato il capo della Protezione civile calabrese Carlo Tansi – sono cinque e molte segnalazioni sono pervenute nella notte al nostro numero verde. Tutte le vittime sono state identificate e, al momento, le persone ricoverate sono undici e si trovano negli ospedali di Castrovillari quelli meno gravi e di Cosenza quelli più gravi (cinque) e uno a Rossano. Le ricerche non si sono mai interrotte e sono andate avanti tutta la notte. Con la luce del giorno è più facile procedere». 

Seguiranno aggiornamenti circa le condizioni di salute del bambino.