Molestie su una studentessa, professore sottoposto a misura cautelare



molestie

Il gip del Tribunale di Napoli Nord ha emesso un divieto di avvicinamento per un professore di 55 di una scuola media, per molestie su una sua alunna, appena 14enne

Caso di molestie a Napoli. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord ha sottoposto un professore di 55 anni alla misura cautelare del divieto di avvicinamento, a non meno di mille metri, ai luoghi frequentati da una giovane, sua alunna nel 2015.

La ragazza, 14enne all’epoca dei fatti, sarebbe stata oggetto di molestie da parte del suo professore. Ingiurie, minacce e molestie, che per oltre un anno l’uomo avrebbe rivolto alla studentessa, con gravi ripercussioni sulla sua vita.

La vittima, infatti, ha dal 2015 ad oggi più volte manifestato istinti suicidi e un profondo malessere, causati dalle attenzioni morbose del suo professore, insegnante in una scuola media di Napoli.
I fatti fanno riferimento al periodo di marzo-aprile 2015, quando la vittima frequentava la terza media, fino all’ottobre del 2016, quando ha iniziato a frequentare il primo anno di liceo.

Il 55enne, la cui posizione è al vaglio dell’autorità giudiziaria, avrebbe inviato oltre 500 sms alla studentessa, facendole oltre 700 telefonate. I genitori stessi della giovane si sono rivolti alle autorità competenti, allarmati dai comportamenti anomali della loro figlia, che ha cominciato a manifestare gravi disturbi psicologici causati dalle molestie subite.

Leggi anche