Minacce di morte a Francesco Borrelli – L’AUDIO

Francesco Emilio Borrelli

Altre minacce a Francesco Emilio Borrelli ricevute tramite audio Whatsapp. Stavolta era la moglie di un detenuto

Il Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli viene contattato quotidianamente da persone che lo insultano e che lo minacciano di morte. Come? Con dei messaggi inviati sui suoi canali social, Whatsapp compreso. Il tutto viene rigorosamente postato e documentato dal nostro Consigliere sul suo profilo Facebook.

Questa volta tocca alla moglie di un detenuto che difende i criminali riempiendo di messaggi il Consigliere Borrelli, messaggi fatti di minacce, di insulti, di dispregiativi di ogni genere. “È dalle 7 di stamattina che questa cavernicola mi contatta e mi ha lasciato ben 30 messaggi vocali dove mi augura la morte”, dichiara sul sul suo profilo con tanto di audio di prova.

Tutto ciò sicuramente fatto in riferimento allo stop dei colloqui all’interno della Casa Circondariale di Poggioreale , un provvedimento di circa un mese fa, per evitare un probabile contagio da Coronavirus all’interno del carcere. I familiari dei detenuti, infatti, poco dopo la notizia bloccarono la strada manifestando contro questa decisione e paralizzando così un intero quartiere. Era il 9 marzo quando ha avuto inizio la rivolta dei detenuti che hanno preso d’assalto l’edificio ed i loro familiari che hanno bloccato il traffico di via Poggioreale per chiedere l’indulto per i condannati.

Ma la protesta dei familiari per i loro detenuti, come abbiamo visto, prosegue ad oltranza.
Intanto, proprio nella giornata di ieri, il Consigliere è intervenuto in una trasmissione radiofonica “La Radiazza” dove ha raccontato proprio la vicenda della protesta delle donne dei carcerati:
“Io non attacco tutte le famiglie dei detenuti e neanche tutti i carcerati, alcuni li ho anche aiutati e vogliono davvero cambiare e tornare nella legalità. Io attacco chi commette reati e difende la criminalità chiedendo indulti e amnistie approfittando del corona virus.
Queste donne, alcune legate ai clan, hanno assaltato le forze dell’ordine ed hanno violato la quarantena ed allora mi chiedo il perché non siano ancora state denunciate e messe in isolamento. Parlano di diritti dei detenuti e dei doveri a non sfasciare le carceri, a non gettare olio bollente addosso alla Polizia Penitenziaria, a chiedere scusa alle persone perbene e alle vittime che pagano il loro soggiorno in carcere? Di questo non ne vogliamo mai parlare?”

Ecco l’audio postato da Borrelli:

Un'altra moglie di detenuto che difende i criminali e mi minaccia in modo insistito.

Un'altra moglie di detenuto che difende i criminali e mi minaccia in modo insistito. È dalle 7 di stamattina che questa cavernicola mi contatta e mi ha lasciato ben 30 messaggi vocali dove mi augura la morte.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Venerdì 10 aprile 2020

LEGGI ANCHE:

Poggioreale, le mogli dei detenuti bloccano la strada – IL VIDEO