Mer - 22 Settembre 2021
HomePrima PaginaMertens, si allungano i tempi di recupero. Le ultime

Mertens, si allungano i tempi di recupero. Le ultime

Covid-19

Italia
109,513
Totale casi Attivi
Updated on 22 September 2021 1:29

Brutta tegola per il Napoli, Mertens fuori due mesi! Intanto potrebbe trasferirsi negli USA

Mertens out due mesi. Manca meno di un mese all’inizio del nuovo campionato di Serie A. Moltissime squadre si stanno preparando al meglio per arrivare cariche alla prima giornata di campionato. Ovviamente tra queste c’è anche il Napoli di Luciano Spalletti che in questi giorni si sta allenando a Dimaro. Mentre si aspetta di sapere quali saranno i colpi di mercato da parte di De Laurentiis, non arrivano buone notizie per quanto riguarda Dries Mertens, in vacanza dopo Euro2020 giocato con il Belgio e perso per mano dell’Italia, operato in questi giorni. Giocatore che al momento sembra essere anche al centro del mercato, con notizie che danno di un possibile avvicinamento alla MLS. Molti tifosi, a proposito di questa notizia, si stanno divertendo a scommettere su quale sarà il destino del folletto belga. Scommesse sul calciomercato che sono diventate uno dei passatempi preferiti degli italiani per tentare la fortuna, insieme al trading criptovalute.

Dries Mertens salterà l’inizio del campionato

Brutta tegola per il Napoli e Mertens. A inizio luglio è stato operato in Belgio per stabilizzare la spalla sinistra, come ha comunicato al tempo il Napoli in una nota: “Dries Mertens in giornata si è sottoposto in Belgio ad intervento di stabilizzazione della spalla sinistra da parte del dott. Declercq e sotto la supervisione del dott Canonico. Il giocatore osserverà un periodo di riposo di 2-3 settimane e poi inizierà il percorso riabilitativo”.

La spalla dà problemi al 34enne attaccante da tempo, con ricadute frequenti che gli provocano la lussazione dell’articolazione in conseguenza di contrasti di gioco. Per questo motivo il giocatore ha dunque voluto approfittare della conclusione della sua stagione per cercare di risolvere il problema andando sotto i ferri, ovviamente di concerto col Napoli, come testimonia la presenza del dottor Canonico.

Le notizie che però giungono in queste ore, non sembrano essere buone. Infatti l’operazione alla spalla sinistra costringerà l’attaccante belga ad un’assenza ben più lunga rispetto a quella prevista: “Il giocatore osserverà un periodo di riposo di 2-3 settimane e poi inizierà il percorso riabilitativo”, aveva annunciato il club azzurro nel rendere noto l’intervento effettuato in Belgio dal dottor Geert Declercq, medico dei Diavoli Rossi, con la supervisione di Raffaele Canonico, capo dello staff sanitario del club azzurro.

In realtà la riabilitazione porterà il 34enne attaccante a dover stare lontano dai campi per quasi 3 mesi, come spiega il ‘Corriere dello Sport’, quantificando in 80 giorni il tempo necessario per rivedere Mertens al top in partita. Il folletto belga, quindi, salterà le prime gare del torneo, che quest’anno vedrà la sua prima giornata nel weekend del 22 agosto.

Sono arrivate anche le parole del medico sociale del Napoli, il dottor Canonico, ufficializzano il lungo stop del bomber belga che dopo essere uscito con il suo Belgio dagli Europei. L’attaccante 34enne rischia di tornare a disposizione di Spalletti tra fine settembre e inizio ottobre. Queste le parole del medico sociale azzurro, rilasciate a ‘Il Mattino’: “Mertens? Ci aspettiamo torni in campo a fine settembre. L’intervento alla spalla si è reso necessario perché i casi di lussazione erano divenuti troppo frequenti”.

L’attaccante salterà il doppio ritiro del Napoli, che si svolgerà tra Dimaro e Castel di Sangro, e si presenterà direttamente a Castel Volturno dove inizierà un percorso di riabilitazione dopo l’intervento alla spalla. Mertens non disputerà le prime due partite del campionato quelle con Venezia e Genoa e non sarà disponibile nemmeno contro la Juventus, il 12 settembre, certa è la sua assenza nei match con Udinese e Sampdoria, inoltre marcherà visita anche nella gara d’esordio dell’Europa League. Nella migliore delle ipotesi sarà a disposizione per Napoli-Cagliari del 26 settembre o per la partita numero due dell’Europa League del 30 settembre.

Una tegola pesante per il reparto offensivo della squadra azzurra, che potrebbe essere tamponata con un cambio di strategia sul mercato: Andrea Petagna, che sembrava destinato ad essere inserito tra i cedibili a fronte di una buona offerta, potrebbe a questo punto restare almeno fino a gennaio, rappresentando in assenza del belga la prima alternativa ad Osimhen al centro dell’attacco azzurro.

Ora i tifosi sperano in un miracolo e che riesca a recuperare prima di quanto stabilito in queste ore. La presenza di “Ciro” in queste otto stagioni è stata fondamentale, come dimostrato dai numeri. Dries ‘Ciro’ Mertens è il miglior bomber all time del Napoli, con 135 gol segnati in otto stagioni. Il belga si è messo alle spalle Hamsik e Maradona e teme Insigne, che ha la chance di avvicinarsi. Mentre a livello di presenze Mertens con 360 partite è il sesto giocatore con il maggior numero di presenze con la maglia del Napoli.

Mertens diretto verso gli USA?

Dries Mertens, però, è anche al centro del mercato, con l’altra possibilità di vederlo con un’altra maglia. Come scritto anche da “Il Mattino” la possibilità di vederlo negli USA e tutt’altro che da scartare. Ovviamente la trattativa non è ancora stata avviata, ma molti quotidiani sportivi confermano che c’è qualche segnale: “In attacco, ci sono state timide telefonate da Miami per convincere Mertens a tentare l’avventura negli Stati Uniti. Il Napoli è alla finestra, non ne sa nulla ma nel caso in cui ci fosse davvero un affondo per il belga è pronto a prendere in considerazione le sue richieste”, questo scrive Il Mattino.

L’attaccante belga ha un contratto con il Napoli che scade nel 2022 e come scritto prima è alle prese con un recupero per l’infortunio alla spalla che lo terrà fuori da terreni di gioco fino alla fine di settembre. Sono tutte valutazioni che il Napoli sta facendo e che potrebbe portare Mertens negli Usa. E’ chiaro che il Napoli davanti ad una buona offerta valuterà qualsiasi situazione. Salutare Mertens significherebbe anche dire addio ad un ingaggio oneroso, diminuendo così il tetto degli stipendi come vuole il presidente Aurelio De Laurentiis. Insomma se dagli Usa faranno una proposta per Mertens il Napoli la ascolterà attentamente. Da capire la volontà del giocatore che è sempre molto affezionato alla piazza azzurra.

Latest Posts

ULTIME NOTIZIE