Home Prima Pagina Mercato Napoli: gli aggiornamenti dell’ultima ora

Mercato Napoli: gli aggiornamenti dell’ultima ora



napoli

Il mercato è nella fase più calda. Le trattative proseguono tra nuovi acquisti, cessioni e grane interne da risolvere

CALCIOMERCATO NAPOLI – 11 AGOSTO – Continuano le voci sul mercato, in entrata e in uscita, del Napoli. Andiamo subito al sodo e  poniamo l’attenzione su alcuni personaggi.

ICARDI – Prosegue incessante la telenovela legata ad Icardi, ritenuto incedibilemercato dall’Inter. Incedibile? Fino a che punto, fino a quanti milioni? L’Inter non si è mai dimostrata aperta ad una trattativa vera e propria e Thohir, dal canto suo, ha sempre affermato di non voler sedersi a nessun tavolo, considerando 60 milioni di euro (quelli offerti dal Napoli) una cifra non idonea al valore dell’attaccante argentino. Tutto vero, probabilmente. Ma nel calcio, quello che conta attualmente sono le monete: “pagare moneta e vedere cammello” come direbbe qualcuno. Quindi è tutto relativo. L’impressione è che se Adl si spingesse verso la cifra di 70 milioni (solo cash) le certezze dell’Inter inizierebbero a vacillare. La fine del mercato è vicina e questa situazione agevola l’Inter che comunque dovrebbe cercare un sostituto in caso di cessione di Icardi. Una situazione questa che potrebbe rivelarsi utile anche al Napoli visto e considerato che, con la fine del mercato vicino, l’Inter potrebbe accettare anche contropartite tecniche (Gabbiadini) nell’offerta per il numero 9.

Il Caso Insigne

INSIGNE – E’ scoppiato da qualche giorno il caso che vede lo scugnizzo protagonista. Ha il mal di pancia. Lui come altri. Lorenzo Insigne è stato autore di un campionato di assoluto spessore che lo ha reso protagonista, quasi al pari di Higuain, andando in doppia cifra sia alla voce assist che quella gol segnati. E allora lui si aspetta un mercatoriconoscimento.

E il riconoscimento non si ferma, certamente (?), alla fiducia del mister o agli applausi dei tifosi dalla tribuna. Anche Lorenzo Insigne, vuole seguire il trend del momento e pretende un aumento dell’ingaggio, bloccato sui circa 800mila euro all’anno.

Da qui al “non so se resta a Napoli” del procuratore il passo è breve, brevissimo. In questi giorni non si è fatto altro che parlare di un suo possibile addio e delle proposte di molte squadre europee, top club che farebbero anche aste per aggiudicarsi le prestazioni del 24 azzurro.

L’ultima voce è quella che riguarda l’Inter: i giornali vedono i nerazzurri interessati al giocatore, probabilmente per sostituire Perisic, ipotetico partente nell’attacco interista.Intervenuto ai microfoni di Gazzamercato.it, l’agente di Insigne ha spiegato che, secondo lui ” E’ normale che possa avere apprezzamenti da parte dell’Inter. Lorenzo è un grande giocatore e piace a molti grandi club. Direttamente noi , però, non siamo stati contattati dai nerazzurri. Magari ne stanno parlando Inter e Napoli all’interno di discorsi più ampi e un calciatore del calibro di Insigne normalmente può catturare l’attenzione dei dirigenti interisti“. Secondo noi si tratta semplicemente di un’azione di disturbo dell’Inter, uno sgarbo nel vero senso della parola.

Tu vuoi Icardi? Io mi prendo Insigne – La nostra opinione è che Insigne, napoletanissimo, rimarrà a Napoli e ci rimarrà anche con uno stipendio più alto.

Rog arriva?

ROG – La trattativa per Marko Rog sembra essersi sbloccata definitivamente e il giocatore potrebbe presto accasarsi al Napoli, secondo quanto afferma La Gazzetta dello Sport. Per la Rosea, la Dinamo Zagabria (squadra attuale con mercatocui il giocatore ha segnato una doppietta contro l’Hajduk) si è ormai rassegnata a perdere il calciatore.
L’offerta per il croato, classe 95, è di 12 milioni di euro. Rog, al Napoli, avrebbe il compito di sostituire Allan, in modo da farlo rifiatare garantendogli prestazioni più elevati, soprattutto in Champions.
Il presidente Aurelio De Laurentiis, potrebbe finanziare, almeno parzialmente, l’operazione Rog, con la vendita del mai amato David Lopez, conteso da Espanyol e Betis Siviglia. La società spera di ricavare dalla sua cessione almeno 5 milioni di euro, in modo da avere un esborso minore per Rog.
 

Iemmello e Maksimovic

IEMMELLO – In casa Napoli, non si cercano solo giocatori importanti o le cosiddette figurine. I nomi per De Laurentiis hanno sempre contato poco. C’è bisogno della napoletaneità.
E questo fattore distintivo potrebbe averlo Pietro Iemmello, un attaccante del 1992, di proprietà dello Spezia. La ricerca di talenti tra le serie inferiori, B e lega
mercatoPro, ha portato i suoi frutti e gli occhi sono puntati sulla punta reduce dal prestito al Foggia, con cui ha disputato due ottime stagioni, fatte di 77 partite e ben 53 gol. Il giocatore è forte e, come per tutti i giocatori forti, imbastire una trattativa non risulta semplicissimo.
Ci sono altre squadre su di lui. C’è stato l’interessamento del Sassuolo prima di tutti e ora anche quello della Juventus, che spesso ha soffiato giovani prospetti alle concorrenti. Iemmello ha avuto una proposta di rinnovo dalla società ligure; una proposta che è rimasta senza risposta o quantomeno, senza risposta positiva.
Che ci sia sotto già una chiacchierata con i club di serie A? Il Napoli potrebbe concedere al giocatore una vetrina importante, potrebbe essere una riserva concreta da utilizzare con parsimonia per permettergli di crescere, accanto anche a giocatore importanti.
Ovviamente non sarebbe titolare. Altra ipotesi è quella di un prestito in serie A, al Carpi ad esempio. La Juventus, non ha un posto libero in attacco e non crediamo sia dell’idea di aggregare alla prima squadra un giovane che non si è mai affacciato al massimo campionato.
I torinesi comprerebbero il giocatore e lasciarlo in prestito a squadre amiche, come l’Empoli o anche il Sassuolo che comunque è sulle tracce di Iammello.
MAKSIMOVIC – L’infortunio di Tonelli, neo acquisto che sarà costretto a rimanere ai box per due mesi, costringe il Napoli ad accelerare su un difensore per mettere a disposizione di Sarri, una rosa completa anche in difesa.
Le mercatoopportunità di mercato ci sono ma sono costose e una di queste risponde al nome di Maksimovic (24 anni), per cui il Presidente, pare si sia deciso a offrire i 25 milioni richiesti dal Torino.
Considerando anche che, a gennaio Koulibaly sarà impegnato nella Coppa d’Africa,  serve obbligatoriamente un altro difensore: il  serbo piace da sempre in casa Napoli anche per la sua duttilità, visto che può giocare anche a destra. Non resta che aspettare e vedere se Cairo resisterà o cederà alle lusinghe economiche del Napoli.

Leggi anche