Marcia “Io non ci sto”, cittadini contro la camorra

marcia

Marcia “Io non ci sto”, San Giovanni a Teduccio cittadini in piazza contro la camorra

A Napoli, precisamente presso le zone di San Giovanni a Teduccio, periferia est della città, questa mattina alle ore 10.00 ha avuto luogo l’iniziativa “Io Non Ci Sto – Marcia Popolare Contro le Stese di Camorra” partita dal Parco Troisi in viale 2 Giugno per poi raggiungere, con raduno finale, piazza Capri, come riportato dai colleghi di NapoliToday.
Tale iniziativa si pone l’obbiettivo di sensibilizzare la popolazione locale sui troppi atti camorristici rimasti in silenzio negli ultimi mesi.

Continuano gli scontri tra i clan

Non a caso San Giovanni a Teduccio, è stato, nell’ultimo anno, un vero e proprio teatro di diverse azioni criminose, insieme a Barra e Ponticelli, sono da mesi vittime della faida tra i vari clan per la spartizione delle zone.
Colpi di pistola quasi ogni giorno tra le due storiche famiglie: Rinaldi e Mazzarella.
Ad aumentare la tensioni il ritorno a piede libero del boss Ciro Rinaldi, al quale sono seguiti immediatamente da colpi di pistola nei pressi della sua abitazioni.

Il “BASTA” dei cittadini

Tuttavia contro questo silenzio associazioni, parrocchie, scuole e cittadini hanno deciso di scendere in piazza, pronti ad “alzare la testa” e a far sentire anche la loro voce contro questa situazione.
Siamo in un tempo difficile per il quartiere di San Giovanni a Teduccio, le persone sono stanche e spaventate non solo per strada, ma anche in casa propria non si riesce a vivere tranquillamente e in sicurezza”. Queste le parole di don Modesto, parroco della chiesa di San Giuseppe sita in piazza Capri, a pochi passi dai bossoli rinvenuti dalla polizia e punto di arrivo della marcia

Partecipanti all’iniziativa

Io non ci sto” vedrà tra i suoi partecipanti, l’associazione “Studenti Contro La Camorra” e “Agisco” che proprio il 19 aprile alle ore 9.00 allestiranno un’aula dedicata all’impegno e alla lotta contro la criminalità all’interno della “Vittorino da Feltre”.