Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi – L’evento e le foto della giornata

marcia

Ieri, undici settembre, si è tenuta a Napoli la Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi in favore dell’accoglienza disinteressata nei confronti di profughi e migranti

Kingsley è un ragazzo che viene dalla Nigeria. È arrivato in Italia ad agosto 2014.

In quell’anno, ha lasciato la sua città natìa per raggiungere la Libia. Proprio qui si è imbarcato, diretto verso le coste meridionali della nostra penisola. Da qualche mese abita qui ed è accolto dall’associazione ong LTM, che opera sul territorio campano per assistere ed accogliere i migranti. Il suo sogno è restare qui e trovare lavoro visto che Kingsley è laureato ed è un ingegnere meccanico.

Kingsley è stato uno dei partecipanti della Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi.
La manifestazione è stata lanciata tramite evento Facebook da Amnesty International – Napoli, ma alla sua promozione hanno contribuito decine e decine di associazioni che lavorano sul territorio.

La Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi è partita da piazza del Plebiscito intorno alle ore 17.00 e sono accorsi almeno 2’000 persone.
La partecipazione è stata trasversale: donne, bambini, disabili, migranti, anziani, segno che il tema è di grande interesse per tutta la cittadinanza.
Tra i protagonisti, anche la musica etnica africana che ha animato il corteo con un clima solidale e di festa.

I partecipanti hanno portati fiori e hanno marciato a piedi scalzi per promuovere i valori di solidarietà e uguaglianza, ma soprattutto per incitare le istituzioni a trovare una soluzione diversa, nuova ed efficace al problema migrazione.

Il corteo, arrivato a Castel dell’Ovo, in silenzio ha ascoltato i vari interventi dei partecipanti e, infine come da programma, ha lanciato mazzi di fiori in mare.

Foto a cura di Federica Crispo e Diego Dentale.