20 Marzo 2021

Madre di Fabrizio Corona: “Mio figlio è borderline”

madre

Parla la madre di Fabrizio Corona e dichiara: ” Sono molto preoccupata, mio figlio è borderline. In carcere muore”

La madre di Fabrizio Corona – Gabriella Privitera – è preoccupata per le condizioni del figlio, che è ormai in sciopero della fame già da una settimana.

Come riportato dal Corriere della Sera, la donna – che ieri ha avuto modo di incontrare il figlio – ha dichiarato:

L’ho trovato molto dimagrito. Ho cercato di convincerlo a prendere almeno un po’ di zucchero, ma non vuole niente. Non si aspettava la decisione della Cassazione. Si sente vittima di un’ingiustizia e di accanimento: quei mesi li ha scontati.

Fabrizio ha una malattia psichiatrica: disturbo borderline con disturbo bipolare di tipo narcisistico associato a una sindrome depressiva maggiore.

La malattia è venuta fuori pian piano e negli anni si è aggravata portandolo a commettere eccessi e reati.

È altalenante. Ci sono stati periodi di rifiuto totale, perché è tipico della malattia psichiatrica sfogarsi con i familiari, e altri di grande amore.”

La madre di Corona si scaglia contro la decisione di riportare il figlio in carcere, dopo che gli avevano accordato i domiciliari, che ha trasgredito, e dice:

È una considerazione che non ha senso perché Fabrizio è malato. Io non l’ho mai difeso dicendo che non ha sbagliato, ma, si creda o no, questi sbagli sono stati fatti quando usava stupefacenti e perché è malato.

In questi anni ha fatto una terapia preziosissima che ha prodotto grandi miglioramenti. Non commette reati da molti anni. Ha solo trasgredito le regole, questa volta molto, molto meno della precedente.

Fabrizio lancia sfide e io ho l’impressione che i giudici aspettino che li sfidi per poterlo punire, invece di fare in modo che sia protetto dai suoi comportamenti. L’ordinanza, per come mi è stata spiegata dagli avvocati, nega il lavoro fatto dal magistrato Simone Luerti, che aveva messo Fabrizio in affidamento per motivi pschiatrici, e non tiene in alcun conto le relazioni delle quattro strutture molto serie che lo hanno accompagnato nel suo percorso riabilitativo.”

Gabriella, da madre, sostiene che il figlio debba continuare la terapia e che in carcere potrebbe morire. Teme che Fabrizio possa tentare il suicidio, spinto dall’aggravarsi della sua malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.