Loreto Mare, troppe omissioni: il M5S presenta interrogazione

Loreto

Vicenda Loreto Mare, il M5S ha presentato una interrogazione parlamentare sul caso assenteismo. “Troppe omissioni”, afferma la Capogruppo del Movimento alla Regione Campania, Valeria Ciarambino. “L’iscrizione del direttore sanitario nel registro degli indagati ci dà ragione di sospettare”, conclude il consigliere

Solo pochi giorni fa avevamo depositato un’interrogazione dettagliata in Parlamento. Volevamo accertare le responsabilità del mancato controllo da parte dei vertici dell’ospedale, Asl e Regione relativamente al caso assenteismo al Loreto Mare. Oggi, l’iscrizione nel registro degli indagati del direttore sanitario ci dà ragione”.

Loreto
Valeria Ciarambino

Si tratta del commento del capogruppo del Movimento 5 Stelle al Consiglio regionale, Valeria Ciarambino.

Il consigliere si è espresso sui nuovi risvolti dell’indagine sulle truffe del cartellino al Loreto Mare.

Come è stato possibile che nell’ospedale, in un arco temporale di ben due anni in cui si è svolta l’indagine nulla sia stato rilevato? C’è qualcuno che non ha visto o qualcuno che ha chiuso un occhio?”.

Andrebbero accertate le responsabilità dell’omesso controllo anche da parte di Asl e Regione, dove esistono uffici ispettivi appositamente costituiti, sulla cui efficienza, visti i risultati, come Movimento 5 Stelle esprimiamo seri dubbi. Chiederemo gli atti di tutti i controlli effettuati“.

Il capogruppo fa intanto sapere di aver chiesto al Presidente De Luca se ha avviato l’accertamento del danno erariale.

Vogliamo sapere se la a pratica dell’assenteismo ha influito sull’erogazione dei servizi sanitari, sui tempi di attesa ed, in genere, sul diritto degli ammalati a ricevere assistenza. Ciò che ci preme assolutamente sapere è se la Regione si costituirà parte civile nell’eventuale processo penale e se metterà in campo azioni legali per danni all’immagine“.

Infine, chiude la Ciarambino, “Vogliamo sapere se il personale indagato ha percepito premi di produttività o comunque incentivi economici. Ciò sarebbe paradossale“.