LiberEtà, racconti e serenate dal punto di vista delle donne

LiberEtà
LibrEtà e il punto di vista della donna

LiberEtà di Napoli dedicherà un cammino tra le strade del centro della città. Tre appuntamenti per omaggiare la cultura delle donne

L’università delle LiberEtà di via Portacarrese a Montecalvario, che si occupa di educazione permanente e formazione degli adulti nel cuore dei Quartieri Spagnoli, ha programmato un evento dedicato alla cultura della donna.

In particolar modo si parlerà di #DonneRibelli, ciascuna a suo modo e nel suo tempo storico.

Donne che hanno abitato gli spazi di questa città e i cui passi sono ancora sospesi nei luoghi.
Si canterà della dignità del loro sguardo, della determinazione delle mani operose e del pensiero. Della certezza degli ideali. Della bellezza e della passione. Donne sognate, idealizzate, abusate.

Donne d’amore e di furore, madri e sorelle. Donne visionarie e urlanti.
Si conteranno tutte le donne di Napoli a partire dai  Quartieri Spagnoli.

Il primo dei tre percorsi è previsto per sabato 14 gennaio a partire dalle 9.30:
Accoglienza ore 9.30 presso la sede Liberetà Napoli: “Caffè a Montecalvario”

Si percorreranno:
Quartieri Spagnoli – Francesca, Eleonora e Bambenella: la bizzoca, la rivoluzionaria, la donna di malaffare
Via Toledo – le tradizioni femminili dello struscio del giovedì santo
Piazza del Gesù Nuovo – Sancha di Maiorca: i poveri della regina
Piazza San Domenico Maggiore – Maria D’Avalos, la nobile passionaria
Via dei Tribunali – Palazzo Spinelli di Laurino: il fantasma di Bianca, la damigella di Lorenza Spinelli
Chiostro di San Gregorio Armeno – Errichetta Caracciolo, intellettuale ribelle

La narrazione è a cura di Lucia Franco, le serenate avranno la voce di Mariangela Baldoni  accompagnata da Vincenzo Racioppi (mandolino, charango e tammorra).

Il gruppo deve essere un minimo di 18 persone.
Obbligatoria la prenotazione e la quota è di € 16,00 a persona; gratis per i bambini fino a 10 anni.