31 Ottobre 2021

L’allenatore Domenico Panico scopre il romanticismo del calcio femminile

Pomigliano Calcio Femminile, Domenico Panico

L’allenatore Domenico Panico, dopo gli anni passati nel settore giovanile di De Laurentis, scopre il romanticismo, la sensibilità e la purezza del calcio femminile. L’intervista

Il Pomigliamo Calcio Femminile stupisce al Gobbato. La compagine allenata da Domenico Panico conquista l’intero bottino in palio tra le mura di casa per piazzarsi al centro della classifica. Le pantere battono l’Hellas Verona con la doppietta di Banusic. Grande prestazione da parte della formazione granata, che mette in difficoltà le ospiti ancora troppo distanti dal mezzo della graduatoria. Il Pomigliano, dunque, si piazza al sesto posto con 10 punti e si concentra sul prossimo obiettivo.

Differenze tra calcio machile e calcio femminile: le dichiarazioni di mister Panico

Una vera favola quella del club del presidente Raffaele Pipola che guarda dritto, raccoglie i frutti dopo tanti sacrifici e – prima di tutto – custodisce una promessa del cuore. D’altro canto, prevale la figura di mister Panico che non delude il sogno granata. Domenico Panico, allenatore con un passato anche nel settore giovanile del Napoli di De Laurentiis, descrive questa avventura come una scoperta “nella sua funzione primaria, ovvero la passione”. A seguito della gara tra Pomigliano e Verona del 30 ottobre, il tecnico sportivo precisa come il calcio femminile sia il volto bello di questo sport – a differenza di quello maschile che è stato fin troppo coinvolto o, addirittura, coperto dal business e dalle sfumature economiche del calcio, lasciando da parte quella vena romantica, come l’attaccamento alla maglia e la passione.

A colpirmi particolarmente sono le parole dell’allenatore del Pomigliano Calcio Femminile, che a seguito della sfida vinta con l’Hellas Verona risponde alla mia domanda spiegando quelle che sono le differenze attuali tra il calcio maschile e femminile. Di seguito le dichiarazioni.

Da una donna è perfetta questa domanda. – Afferma mister Panico – La differenza è che avete una marcia in più, siete vere, siete sincere, con voi non possiamo sbagliare, se cerchiamo di abbindolarvi perdiamo e perdo tutto. Ci guardate sempre negli occhi, bisogna stare attenti. Vi donate – mettete voi stesse – e quindi noi dobbiamo essere bravi a prenderci tutti i pro che ci sono, a limare qualche piccolo difetto perchè forse vi prendete troppe colpe. Se qualcuno sbaglia una situazione pensa che la vita sia finita, quando poi c’è da ripartire. Un pò come quello che succede tutti i giorni. Ho scoperto ancora di più questo calcio nella sua funzione primaria, che è la passione. Sto notando che le ragazze hanno una passione diversa: sono piene da questo punto di vista.”

L’allenatore Domenico Panico sottolinea quanto il calcio femminile sia più genuino e vero: “Forse il calcio maschile si sta un attimo perdendo. Vengo dal settore giovanile, sono stato tanti anni nel Napoli e forse è anche questa la scelta che mi ha fatto cambiare e andare via: non vedevo più quella passione incredibile nei ragazzi. Indossare la maglia del Napoli, della propria città, è quello che sto riscoprendo con loro: grande attaccamento, grande passione e grandi emozioni. Non mollano negli allenamenti, anzi vorrebbero fare troppo, dobbiamo noi calmarle. È stata una gran bella scoperta.”

Parole che colpiscono e lasciano un segno, in quanto mettono alla luce la crescita del movimento calcio femminile in Italia. Non solo dal punto di vista tecnico, ma soprattutto per figure umane e di spessore come quella di Domenico Panico che sta regalando tanto al Pomigliano Calcio Femminile.

A cura di Marialuisa Pignatiello.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Pomigliano Calcio Femminile, Del Mastro e Riccio: “Onore ed evoluzione”

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON OGNI NOTIZIA DI CRONACA, ATTUALITÀ, POLITICA, UNIVERSITÀ, SPORT, NAPOLI FEMMINILE, CULTURA, EVENTI, MANIFESTAZIONI E TANTO ALTRO: CLICCA QUI

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.