22 Dicembre 2022

Ladri aggrediscono proprietaria dopo aver rubato in casa

I ladri aggrediscono la proprietaria di una casa che stavano derubando. Ora ha lividi su braccia e gambe e il naso rotto

Ladri aggrediscono proprietaria

LADRI AGGREDISCONO PROPRIETARIA D CASA – E’ successo tutto nella zona di Salerno, precisamente a Casa Manzo, all’interno del parco residenziale Orsini. I ladri si sono introdotti a casa di Stefania per derubarla; lei, una insegnante, si è opposta ai rapinatori e ha avuto la peggio.

E’ stata aggredita e pestata: ha riportato la rottura del setto nasale. Il racconto che la donna fa ai colleghi de Il Mattino fa percepire tutta la paura e la concitazione di quei momenti.

«Sono entrata in casa e ho sentito dei rumori al piano di sopra, non potevano essere i miei figli perchè ero sicura non dovessero rientrare quella sera ma ho visto qualcuno con in mano una torcia scendere le scale. Ho chiesto chi fosse e ho sentito quest’uomo con accento straniero rispondermi. Quando ho realizzato ho urlato tantissimo: mi ha dato un primo pugno, facendomi sbattere contro un mobile – ricorda ancora la donna – poi mi guardava in faccia, mentre provavo a strappargli ciò che aveva rubato ma continuava a picchiarmi e infine come gesto di disprezzo mi ha lanciato una catenina che mi aveva rubato in faccia.

Poi la donna continua la sua storia e spiega che adesso ha dolori e lividi su molte parti del corpo. Si sente confusa e senza voce a causa delle urla spaventate.

«Sono entrata in casa e ho sentito dei rumori al piano di sopra, non potevano essere i miei figli perchè Ora ho il naso rotto, il viso pieno di lividi e dolori a gambe e braccia oltre ad essere confusa e senza voce per aver urlato. Mentre uno rubava in casa mia, mettendomi la camera da letto sottosopra e ripulendo la cassaforte, qualcun altro ripuliva l’appartamento accanto. Ricordo bene come era fatto perché gli stavo addosso mentre mi scaraventava a terra. Ho rischiato tanto. La nostra è una zona buia, è facilissimo accedervi. Adesso bisogna trovare una soluzione, non possiamo vivere la nostra quotidianità con il terrore che possa succedere ancora».

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE L’ARTICOLO: Santobono infermiera aggredita: intervengono i Carabinieri