Incursione fascista al liceo Elio Vittorini



liceo

Liceo Elio Vittorini: uno studente di quindici anni è stato violentemente aggredito, preso a pugni cade a terra completamente privo di sensi

I responsabili sono un gruppo di una decina di militanti di Casa Pound, esterni al liceo, che hanno preso a pugni quattro giovani studenti, riconosciuti come di orientamento politico di “sinistra“. L’episodio è accaduto nel quartiere collinare (Rione Alto), ad orario di ingresso scolastico. A denunciare il fatto è stato un post del collettivo studentesco “Je so pazze”, pubblicato su Facebook.

Gli studenti non si fanno intimidire dalle presunte minacce degli aggressori, che promettono vendetta, qualora qualcuno avesse parlato dell’accaduto. Le voci iniziano a circolare nell’istituto. I ragazzi ricevono solidarietà dai loro compagni, tanto che si decide di esporre uno striscione all’ingresso della scuola con le seguenti parole: “Vittorini Antifascista.”

Tuttavia all’uscita della scuola, mentre altri studenti stanno tornando a casa, i militanti sono fermi ad aspettarli alla stazione di Rione Alto, questa volta sono in tre armati di manganelli e martelli. Colpiscono gli studenti, di cui due vengono soccorsi e portati in ospedale: i referti medici parlano di due traumi cranico facciali, ferite e contusioni al volto e sulla testa per un totale di quasi 20 punti di sutura, e sospette fratture in attesa dei risultati della Tac a cui sono stati sottoposti.

Gli studenti del collettivo affermano:”Ci chiediamo se sia normale che personaggi come questi, una quindicina di persone ben nota alle forze dell’ordine, che in città non ha alcun intervento e consenso politico, possano agire indisturbati e compiere ben due aggressioni in una sola giornata”.

Un atto di ferocia e barbaria, un atto per intimidire, aggredire e violentare il sistema scolastico e i giovani che credono ancora in un ideale di libertà.  Le azioni di oggi, non ci fanno sperare in un futuro roseo.

Oggi alle ore 18 e 30 presso l’ EX OPG – JE SO’ PAZZO. Via Imbriani 218, Materdei , ci sarà una conferenza stampa, dove saranno presenti gli studenti aggrediti.

Massima partecipazione ! 

Leggi anche