21 Luglio 2022

Ilaria Galassi da Non è la Rai a badante

L'ex volto noto di Non è la Rai, Ilaria Galassi in un'intervista rilasciata a Fanpage.it racconta di fare la badante dopo la crisi generata dalla pandemia

Ilaria Galassi

L’ex volto noto di Non è la Rai, Ilaria Galassi in un’intervista rilasciata a Fanpage.it racconta di fare la badante dopo la crisi generata dalla pandemia

Non sarà la prima e nemmeno l’ultima, Ilaria Galassi che dopo essersi spente le luci della ribalta ha cambiato totalmente vita. 27 anni dopo Non è la Rai, l’ex showgirl ha raccontato di aver cambiato vita in un’intervista a Fanpage.it.

Ilaria Galassi lavorava come cassiera nel negozio di parrucchiere del marito, ma con la crisi generata dalla pandemia si è trovata costretta a dover chiudere l’attività. La quarantaseienne racconta di lavorare oggi come badante di una donna di 90 anni, che le sta cambiando la vita.

L’intervista di Ilaria Galassi a Fanpage

Siamo stati costretti a chiudere per via della pandemia. Eravamo in zona Parioli. L’affitto era altissimo e nonostante ci fosse il Covid, noi dovevamo pagarlo. Abbiamo dovuto fare una scelta.

Una cliente mi disse che aveva bisogno di una donna che stesse con sua madre dalle 09:00 alle 13:00. Non era il mio lavoro, quindi non mi piaceva usarlo come tale. Le ho detto: “Lo faccio perché è quello che facevo sempre con mia nonna, ma non voglio neanche essere pagata”. Mi piace farlo. E poi, in questo periodo non sto lavorando. Ho mandato il curriculum ovunque, ma è difficile trovare lavoro. Dato che mi annoio a stare senza far niente, mi sono detta: “Ma che me frega, lo faccio” e ho accettato di occuparmi di Ausilia.

Mi fa qualche regalo e con quei soldi ci faccio la spesa. Però non è che vado lì perché vengo stipendiata. In questo momento, sta lavorando solo il mio compagno. Dobbiamo pagare l’affitto. Arriviamo a fine mese proprio stretti, stretti, stretti.

Le do le pastiglie la mattina, altrimenti si scorda. Le lavo le gambe, le si aprono spesso delle ferite, la disinfetto, le metto la crema e le bende. Poi, la porto in bagno, la lavo, se vuole le faccio la piega e la ceretta al viso, fa colazione, si mette seduta e chiacchieriamo di tutto e di più. Mi racconta la sua storia. Faccio queste cosine per lei, la coccolo. È bella da morire. Ha 90 anni, ma non li dimostra affatto.

Una cosa fondamentale che mi ha insegnato è risparmiare sul cibo. Non si butta niente. Bisogna sempre reinventare un pasto nuovo, quando ci sono degli avanzi. E poi fare le cose con calma. Mi dice sempre: “Non ti preoccupare, se non lo fai oggi, lo fai domani, stai tranquilla. Goditi la vita giorno per giorno”. Mi trasmette pace. Oggi la vita è frenetica, si pensa spesso ai soldi e lei mi dice: “Guarda che i soldi non c’erano neanche ai miei tempi. C’era solo lo stipendio di mio marito, che non guadagnava tantissimo, ma siamo stati bene lo stesso”. Per me è come se fosse una terapia andare da lei.

Ma in realtà ci aiutiamo a vicenda. Da quando ci sono io, si è ripresa. Si era buttata giù tanto, perché ha perso una delle sorelle con cui viveva in simbiosi. Ad agosto non ci sarò, perché andrò a trovare mia madre. Lei è già impanicata, ma io l’ho rassicurata che a settembre tornerò da lei: “Non ti preoccupare, che io non ti mollo”.

Fonte foto: Tuttonotizie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Morto Luca Serianni, linguista e docente

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SULLE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA, ATTUALITÀ. SPORT, CULTURA, EVENTI, SPETTACOLO E TV, E TANTO ALTRO, SEGUITECI SULLA NOSTRA PAGINA UFFICIALE NAPOLI.ZON: CLICCA QUI E LASCIA UN MI PIACE!