Icardi e la voglia di Juve: cosa potrebbe celarsi dietro il “giochetto di Paratici”



napoli

Mauro Icardi e il suo snervante temporeggiare per trasferirsi in bianconero: ma siamo sicuri che la Juve lo voglia davvero?

La Juve vuole Icardi o è Icardi che vuole la Juve? Magari entrambe le affermazioni sono veritiere, eppure non ci spiega come un atleta nel pieno della sua attività possa decidere di percorrere una strada praticamente chiusa al transito in luogo di un sentiero che lo condurrebbe alla gloria.

Dopo i “no” a Roma e Monaco, Maurito starebbe pensando di rifilare un sonoro 2 di picche anche al club del patron De Laurentiis, che si sarebbe intanto cautelato opzionando Llorente, che però non attenderà oltre venerdì.

Ma cosa si cela dietro il tormento dell’ex 9 nerazzurro? Come sempre la Juventus e Paratici, al quale non mancano le doti per effettuare azioni di disturbo su più fronti (vedi Lukaku, vedi Politano) ed avrebbe dunque stipulato con l’argentino un patto volto a garantirne il trasferimento in maglia bianconera.

La Juve, come molti sapranno, è però bloccata dalle cessioni e non può acquistare un altro attaccante senza aver prima piazzato Dybala, Higuain e Mandzukic. Eppure deve esserci una “promessa”, una mezza parola data al calciatore che lo induce a pensare che l’affare sia ad oggi ancora realizzabile.

A noi che siamo invece esterni alla vicenda (ma non troppo) viene invece più semplice pensare che sia l’ennesima strategia bianconera volta a evitare il rafforzamento di una diretta concorrente tramite azione di disturbo nella trattativa in questione.

Al di là di ogni ragionevole ipotesi, il Napoli ha già pronto un piano B e ha fatto sapere a Marotta e Wanda Nara che non aspetterà Icardi oltre giovedì.

 

Leggi anche