Guerra fra clan, sparatoria alla Sanità

clan

Una vera e propria guerra fra clan sembra essere quella andata in scena la scorsa notte. Due sicari hanno sparato contro alcuni componenti della famiglia Vastarella. Il bilancio è di due morti e tre feriti

Un intero clan, quello dei Vastarella, è stato preso di mira la scorsa notte. Due sicari, con almeno altri due complici, hanno ucciso due pregiudicati, ferendone altri tre, in un raid. Presenti decine di persone, tra cui diversi bambini, sul luogo dell’agguato, un circolo privato nel rione Sanità a Napoli.

La rapidità dell’azione e la ‘precisione’ chirurgica dei killer fa capire che i mandanti avevano deciso di mettere in ginocchio la cosca dei Vastarella. Alla famiglia appartengono i due deceduti, Giuseppe Vastarella, di 42 anni e il cognato Salvatore Vigna, di 41 anni. Anche i due feriti, Dario e Antonio, di 33 e 24 anni, portano lo stesso cognome, mentre il terzo, il 22enne Alfredo Ciotola, pare comunque legato al clan. I tre sono ricoverati nel reparto di Chirurgia d’urgenza dell’ospedale Cardarelli, sotto vigilanza delle forze dell’ordine. Le loro condizioni sono stazionarie, ma non giudicate gravi

A scatenare la ‘guerra’ forse una cosca emergente, pronta a farsi largo partendo dalla periferia per la conquista di spazi nel centro storico.

Per tutta la notte sono state effettuate perquisizioni nelle abitazioni dei pregiudicati.

La Polizia sta continuando le indagini.