Giugliano, rifiuti il Ministro Costa attacca De Luca



Giugliano

Giugliano, rifiuti il Ministro Costa attacca De Luca e dichiara «sito di Giugliano, la competenza è della Regione Campania. non si tiri indietro»

Nasce la polemica con un botta e risposta tra il Presidente De Luca ed il Ministro Costa chiamato in causa sulla problematica relative alle bonifiche delle discariche ex Resit ed altre nel Comune di Giugliano.
La discarica RESIT è ubicata nel comune di Giugliano ed è inserita in un complesso di discariche denominato “Area Vasta di Masseria del Pozzo”.

Con una nota del 7 gennaio il V. Presidente Bonavitacola, con delega all’ambiente, Bonavitacoladichiara che <<In relazione alla mancata proroga della struttura preposta alle bonifiche delle discariche ex Resit ed altre nel Comune di Giugliano occorre chiarire che la Regione ha richiesto al Governo, fin dal novembre 2019, un’apposita norma che garantisse il prosieguo delle attività della struttura>>. Aggiungendo poi <<La richiesta della Regione è rimasta senza esito per ben tre volte: Decreto Clima, legge di stabilità per il 2020, Decreto mille proroghe. Questi sono i fatti. E’ fuori discussione l’impegno fattivo garantito dalla Regione in questi mesi per il completamento degli interventi di bonifica, oltre alla ex Resit, per le discariche Masseria del Pozzo e Novambiente>>.

Infine il Vice Presidente rincara la dose affermando <<Nel contempo sono stati avviati gli opportuni rapporti istituzionali con l’Agenzia dei beni confiscati per disciplinare le destinazioni finali dei siti ad avvenuta bonifica. Questi sono i fatti. Da altri solo chiacchiere.>>

Ieri con un comunicato stampa il Ministro dell’Ambiente Costa ha affermato <<la Costacompetenza è della Regione Campania. Non si tiri indietro>>.
Nella nota il Ministro dichiara <<Sorprende non poco leggere le dichiarazioni di questi giorni della Regione Campania circa il commissariamento per la bonifica dell’area vasta di Giugliano. Sorprende che proprio la Regione, a cui spetta la competenza, urli alla “dimenticanza di governo”>>.
Poi il Ministro continuando chiarisce <<fin dall’ordinanza di protezione civile numero 425 del 2016, la Regione Campania è indicata come l’amministrazione competente subentrante al commissario…>>

Passando all’attacco Costa pone delle domande << Cosa ha fatto la Regione per prepararsi al passaggio di consegne annunciato almeno da quattro anni? Perché nessuno della Regione ha risposto a commissario quando, prima che scadesse il mandato, ha chiesto indicazioni sul prosieguo delle attività?>>. «Non solo – aggiunge – ma viene da chiedersi: come mai dopo l’aggressione da parte della struttura commissariale ai beni dei Vassallo, …..la Regione non ha immediatamente provveduto ad esempio a rafforzare i controlli e la guardiania? Come mai non è stato chiesto un aiuto quando la malavita si è accanita contro un presidio di bonifica e di legalità?>>.
Infine, il Ministro chiudendo la polemica dichiara <<Restiamo ancorati ai fatti: e questi ci dicono con evidenza che la Regione Campania, chiaramente, non ha ritenuto di prepararsi al passaggio di consegne. Condividiamo la preoccupazione espressa dai cittadini in queste ore, e ribadiamo che è il momento che ognuno faccia la propria parte e che la Regione non si tiri indietro>>.

Intanto, mentre si discute e ci si chiede a chi fanno capo le competenze, i cittadini di Giugliano in Campania continuano a subire e a sopportare il martirio della propria terra in attesa oramai da anni di una soluzione.

Leggi le notizie qui

Leggi anche