HomeAttualitàGiorgia Meloni si oppone al Reddito di cittadinanza: "Scandali a Napoli"

Giorgia Meloni si oppone al Reddito di cittadinanza: “Scandali a Napoli”

Covid-19

Italia
76,853
Totale casi Attivi
Updated on 22 June 2021 3:33

La leader Giorgia Meloni attacca i furbetti del Reddito di cittadinanza: “Scandali a Napoli e Vicenza”. Lo ha dichiarato in un post

Tra le tematiche più frequenti degli ultimi mesi troviamo il Reddito di cittadinanza. Alcuni personaggi politici, difatti, hanno chiesto al Governo un ridimensionamento del sussidio. Giorni fa, il governatore campano Vincenzo De Luca aveva proposto: “Le aziende soffrono per la carenza di figure professionali, non ci sono stagionali per una ricaduta negativa del reddito di cittadinanza. Chi ha il reddito di cittadinanza deve dare la propria disponibilità a fare lavori stagionali con un incremento di 500 euro”.

A fare eco sul tema è anche Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia ha scritto un commento sul suo profilo ufficiale di Facebook correlato ai percettori del Reddito di cittadinanza, qui le sue parole:

Ancora scandali legati al reddito di cittadinanza. A Napoli e Vicenza, sono stati scovati numerosi soggetti che percepivano indebitamente il Reddito di cittadinanza: uno di loro era pure detenuto. Basta assistenzialismo e politiche scellerate: l’Italia ha bisogno di lavoro, non di marchette elettorali”.

Meloni e Fratelli d’Italia: “cancellazione del reddito di cittadinanza”

Non è la prima volta che Giorgia Meloni e il partito Fratelli d’Italia si esprimono sul sussidio introdotto nel 2019 dal Governo Conte I (formato dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega). Lo scorso aprile, per l’appunto, la Meloni ha dichiarato di voler abolire il reddito di cittadinanza, quello di emergenza, il cashback e la lotteria degli scontrini.

Il partito di Giorgia Meloni sulla scia di opporsi a questa forma di assistenzialismo aveva presentato una serie di emendamenti al decreto sostegni, tra cui la cancellazione del reddito di cittadinanza.

Il testo dell’emendamento firmato dai senatori Ciriani, Fazzolari, Calandrini, De Carlo, De Bertoldi, recitava:

“Abrogazione del Reddito di cittadinanza e del Reddito di emergenza e destinazione delle risorse stanziate alle famiglie in difficoltà in forma di assegno di solidarietà”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON OGNI NOTIZIA DI CRONACA, ATTUALITÀ, POLITICA, CULTURA, SPORT, CALCIO FEMMINILE, UNIVERSITÀ, MANIFESTAZIONI, EVENTI E TANTO ALTRO: CLICCA QUI

 

Latest Posts

ULTIME NOTIZIE