Home Prima Pagina Gattuso e Koulibaly in conferenza stampa: gruppo compatto, polemiche non vere

Gattuso e Koulibaly in conferenza stampa: gruppo compatto, polemiche non vere

Covid-19

Italia
498,834
Totale casi Attivi
Updated on 24 January 2021 4:25

Conferenza stampa di Mister Gattuso per il pre partita di Europa League tra Napoli e Rijeka in programma domani al San Paolo

Conferenza stampa di Mister Gattuso per il pre partita di Europa League tra Napoli e Rijeka in programma domani al San Paolo.

Gattuso e Koulibaly in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Europa League di domani con il Rijeka, riportiamo di seguito i passaggi cruciali dei due interventi.

Ad aprire l’incontro con la stampa è il difensore azzurro Kalidou Koulibaly:

Kalidou, risponde alle critiche su carattere e leadership ricevute nel post partita con il Milan: “Non ho niente da rispondere, sappiamo che era una gara importante, peccato per la sconfitta, sappiamo cosa abbiamo sbagliato, è mancata mentalità, sappiamo tutto, ci sono stati degli episodi, non siamo stati bravi e lavoreremo su questo” (…) “Abbiamo concesso poco, hanno fatto gol due volte con Ibrahimovic, un giocatore difficile da marcare, il terzo nel finale quando provavamo a pareggiare, ma la partita è stata questa, abbiamo concesso poco ed abbiamo avuto occasioni. Tante critiche, ma io le vedo come una motivazione”.

Koulibaly sul rapporto con l’allenatore e le voci di polemiche all’interno dello spogliatoio: “Non c’è nessun dubbio, il mister sa che siamo al 100% dietro di lui, noi siamo sempre a disposizione. Il resto, tutto quello che si dice, è solo motivazione. A me piace quando parlano così, nessuno sa ciò che accade nel nostro spogliatoio. Abbiamo perso una partita contro la prima in classifica, tutti fanno polemica, ma hanno paura di noi se tutti parlano dopo una sconfitta con la prima, davvero facciamo paura e ne siamo consapevoli. Lo dimostreremo domani e domenica!”

Il difensore lascia la sala stampa e prende la parola mister Gattuso.

Il Mister risponde alle indiscrezioni comparse sulla stampa in questi giorni su eventuali spaccature all’interno dello spogliatoio:

“Quello che avete scritto, non è vero, del tutto, ho parlato alla squadra, non ci ho litigato, io non devo vedere nulla, l’impegno c’è sempre, c’è appartenenza, ma in questo momento tutto ciò non basta e voglio qualcosa in più. Il giocare bene ci fa sedere, non deve accadere, in alcuni momenti bisogna leggere le partite, a volte bisogna soffrire e tante volte da quando ci sono io c’è stata, dava la sensazione di non prendere mai gol, dobbiamo tornare ad annusare il pericolo. Non si può giocare bene 90′, questo è quello che voglio, forse non mi esprimo bene ma a Sky ho detto subito che la responsabilità è mia dopo un anno, non c’è stato nessun massacro, non è vero che ho puntato sui giocatori, la squadra lo sa come intendo io il calcio”. 

Il Napoli fa un goal ogni 7 tiri tentati: Stiamo sbagliando tanto, ieri abbiamo fatto vedere 7 clip alla squadra in cui eravamo in superiorità, 2 clip 4 noi e 2 loro e abbiamo sbagliato l’appoggio. Dries era un cecchino gli altri anni, ora sta sbagliando molto dalla sua posizione, a livello balistico stiamo facendo qualcosa in più ma non possiamo sempre farli tirare se si gioca ogni 3 giorni. La qualità di gioco non mi preoccupa, ma quando parlo di cattiveria non è solo quando non abbiamo la palla, ma pure quando ce l’abbiamo, stiamo sbagliando tanto e dobbiamo dare di più”. 

Sulla posizione di Politano vicino a Mertens con il Milan e la fase offensiva: Sì, tutta la vita, è stato tra i migliori in campo, non sapevano come prenderlo, ha avuto 4-5 occasioni, lo fece anche a Sassuolo. Io non vado tutti i giorni a muso duro, ci sono i momenti della carezza, del complimenti, altri del mandare a fanculo chi se lo merito, io sono molto attento. La parola mentalità è ampia, io ho detto solo che bisogna alzare l’asticella, giocare anche in un altro modo, non pensare solo al compagno, siamo forti e lo sappiamo, sono orgoglioso di allenare questa squadra ma bisogna aggiustare il modo di stare in campo. Tutto quello venuto fuori non sta né in cielo né in terra”. 

LEGGI ANCHE: Napoli, Giovedì al San Paolo arriva il Rijeka: le probabili formazioni

Seguici su Facebook e resta aggiornato con NAPOLIZON per tutte le notizie relative alla Città di Napoli e non solo (clicca qui e metti mi piace alla nostra pagina ufficiale social).

Latest Posts

ULTIME NOTIZIE