Scampia, appica il fuoco in casa della ex ma si ustiona: arrestato

incendio

Davvero incredibile quello che accade a Napoli. Un uomo, approfittando dell’assenza della sua attuale ex compagna, fa ingresso nella sua abitazione con l’intento di appiccare il fuoco

[ads1]

Davvero incredibile quello che accade a Napoli. Un uomo, approfittando dell’assenza della sua attuale ex compagna, fa ingresso nella sua abitazione con l’intento di appiccare il fuoco. Ma c’è un vero colpo di scena: il piromane resta ustionato durante la realizzazione del crimine.

Il colpevole, giunto al Pronto Soccorso, in ospedale ha consegnato le generalità del fratello che lo aveva, tra l’altro, accompagnato. L’obiettivo era quello di sviare i sospetti ma tutto è stato inutile poichè è stato individuato e poi arrestato a Napoli dagli agenti dell’ufficio Prevenzione generale con il supporto del commissariato di Chiaiano.

Per l’uomo, di 38 anni, ci sono le accuse di incendio, evasione e false attestazione. Immediatamente è scattata la denuncia anche per sostituzione di persone e falso ideologico commesso da privato in atto pubblico. Inoltre verrà denunciato anche per il reato di atti persecutori.

In sostanza gli agenti di polizia sono intervenuti in via Ghisleri (quartiere Scampia) dove, tra l’altro, era in costo lo spegnimento dell’incendio che ha visto coinvolto un appartamento al quarto piano di uno stabile. Da Vigili del Fuoco è stato possibile apprendere che l’appartamento è stato distrutto ma senza recare danni allo stabile: era di origine dolosa e innescato con benzina.

[ads2]