2 Luglio 2024

Frode fiscale a Napoli: sequestrati beni

Frode Iva a Napoli, sono stati sequestrati beni per 548mila Euro. Maxi operazione da parte della Guardia di Finanza dove sono state scoperte false dichiarazioni Iva e indebite compensazioni per oltre 10 milioni di euro. Quattro società e rappresentanti legali coinvolti.

Wikimedia Commons

Maxi-sequestro per evasione fiscale Contrabbando di alcol Frode fiscale a Napoli Truffa bonus vacanze Giugliano

Frode fiscale a Napoli – La Guardia di Finanza di Torre Annunziata ha effettuato un sequestro preventivo di beni per un valore di 548.157,06 euro. L’operazione ha coinvolto quattro società e i loro rappresentanti legali, accusati di indebita compensazione tramite false dichiarazioni IVA. Questa sofisticata frode fiscale ha portato alla scoperta di crediti IVA inesistenti per un totale di oltre 10 milioni di euro.

Frode fiscale a Napoli: il meccanismo della frode

L’indagine è partita da una verifica fiscale su una s.r.l. di Castellammare di Stabia. Questa società ha dichiarato crediti IVA fittizi, i quali sono stati poi ceduti a diverse aziende nazionali. Questi crediti falsi venivano utilizzati per compensare debiti tributari reali, permettendo alle società di evitare il pagamento delle imposte dovute allo Stato.

Le dichiarazioni IVA false e l’accollo del debito tributario erano al centro di questo complesso sistema di frode. Le società coinvolte hanno sfruttato questi crediti inesistenti per ottenere indebiti vantaggi fiscali.

Beni Sequestrati

Tra i beni sequestrati ci sono disponibilità finanziarie, immobili, quote societarie e veicoli. Questo sequestro rappresenta una misura cautelare volta a evitare che i responsabili possano dissipare ulteriormente il patrimonio aziendale e personale, rendendo pertanto difficile il recupero delle somme dovute allo Stato

Le autorità stanno proseguendo con le indagini per identificare ulteriori responsabilità e prevenire future frodi fiscali. Questa operazione mette in luce l’importanza delle verifiche fiscali approfondite e della collaborazione tra le varie autorità per contrastare efficacemente le frodi.

L’operazione della Guardia di Finanza sottolinea l’importanza della lotta contro le frodi fiscali per tutelare le finanze pubbliche. Le verifiche e i sequestri preventivi sono strumenti cruciali per assicurare che le risorse pubbliche vengano protette.

Potrebbe interessarti anche il seguente articolo a cura della redazione NapoliZON: Truffa dell’Asse Mediano, malviventi in azione: ecco come operano