Frattamaggiore, tenta il suicidio e poi collassa in stazione

Frattamaggiore

Frattamaggiore, una madre ha cercato di suicidarsi nella stazione ferroviaria, le urla della figlia la dissuadono, ma colta da una crisi crolla al suo immobile: gli agenti di polizia le salvano la vita

Era un silenzio surreale quello che regnava alla stazione ferroviaria di Frattamaggiore, ieri pomeriggio, quasi come la classica quiete prima della tempesta. Quella pace quasi paradisiaca interrotta a intervalli regolari dai classici rumori di una stazione. Quel silenzio, poi, era stato brutalmente infranto da alcune urla femminili. Infatti, nella quiete e disinvoltura totale, una madre ha cercato di suicidarsi mentre la figlia, con tutta la forza che aveva in gola, ha lasciato partire diverse urla, ha cercato di dissuadere la donna dal gesto estremo attirando anche l’attenzione di alcuni poliziotti presenti nei dintorni. Gli agenti del commissariato della città Frattamaggiore sono subito intervenuti sul posto dove si stava per consumare l’atroce evento. La figlia, nel frattempo, riesce a dissuadere la madre dal gesto. L’anziana donna, in conclusione, collassa in preda a una crisi di nervi molto violenta al punto tale da immobilizzarla  al suolo con le labbra serrate e gli occhi sbarrati senza respiro. L’intervento degli agenti di polizia è stato utile per salvarla poiché hanno subito evitato il rischio di soffocamento, a causa della retroflessione della lingua. Così i poliziotti hanno posto l’anziana su di un fianco estraendole la lingua. Poco dopo sul posto sono arrivati anche i sanitari del 118.

Una storia che ha, insomma, dell’incredibile ma fortunatamente è riuscita a concludersi nel migliore dei modi. Ottima l’efficienza degli agenti di polizia di Frattamaggiore che erano presenti sul luogo e alla figlia le cui urla hanno prontamente distratto la donna e attirato l’attenzione degli astanti. Non si hanno novità sulle condizioni dell’anziana donna e tantomeno sul motivo del suo tentato di suicidio. Si attendono, quindi, ulteriori notizie sul triste accaduto.