Fiaccolata per Carla, l’abbraccio dei concittadini

Fiaccolata

In seguito alla tragedia che ha colpito la povera Carla, la città di Pozzuoli si unisce in una fiaccolata in suo onore

Pozzuoli ha organizzato una fiaccolata per Carla. Si trova in condizioni molto gravi e risulta essere ancora intubata, Carla, la donna che è stata bruciata viva dal fidanzato. Presenta il 45% del corpo ustionato ed  è attualmente  in prognosi riservata al Cardarelli dove il personale sanitario ha fatto nascere la figlia ricoverandola subito in terapia intensiva in modo da monitorare costantemente  le condizioni cliniche della neonata, chiamata Giulia Pia dai familiari.

FiaccolataAugurandosi il meglio per la malcapitata 38enne, i cittadini di Pozzuoli (città di appartenenza della povera Carla) si sono riuniti su facebook per esprimere il loro appoggio alla famiglia.

E’ stata organizzata, per il giorno 2 febbraio dalle ore 21.00, una fiaccolata silenziosa che partirà da Piazza a Mare e proseguirà per il Canalone avendo poi termine nella Piazza storica di Pozzuoli. Gli organizzatori consigliano di munirsi di candele in modo che la loro luce sia ” simbolo dell’unione dei cuori in preghiera di chi è vittima della mancanza di rispetto alla vita altrui e alla vita in se stessa”.

Verrà espressa, quindi, la solidarietà non solo per Carla ma per tutte quelle donne vittime di vigliaccheria gratuita e violenta.

La fiaccolata sarà momento di riflessione e condivisione, alla quale sono invitate a partecipare le persone che vogliono dire basta a questi atti di violenza assurda ed inaudita.”