Federscherma: Matteo Autuori rieletto presidente del comitato campano

Federscherma

Federscherma: questa mattina Matteo Autuori è stato rieletto presidente del comitato regionale campano della federscherma. L’obiettivo nei prossimi 4 anni è aprire questo sport ai diversamente abili

Matteo Autuori è stato riconfermato alla presidenza del Comitato Regionale Campano della Federazione Italiana Scherma. Il dirigente sportivo salernitano ha fatto il pieno di voti, 23 su 23, nell’Assemblea tenutasi oggi (2 novembre) a Napoli. Eletto anche il nuovo Consiglio regionale della Fis Campania, che sarà composto da Vincenzo Agata, Espedito Tipaldi, Valerio Apolito, Vincenzo Vigilante, Aldo Cuomo quale rappresentante dei Maestri e Giovanni Gargiulo in quota Atleti.

L’Assemblea è stata aperta dai saluti del delegato provinciale del Coni di Napoli, Sergio Roncelli, cui ha fatto seguito l’intervento del presidente Autuori, che ha ringraziato gli uscenti Monica Di Giacomantonio e Marcello Caputo per l’impegno e la passione profusi durante il mandato appena concluso, ripercorrendo a trecentosessanta gradi il percorso compiuto assieme alla sua “squadra”.

Un elogio al lavoro svolto nell’ultimo quadriennio è arrivato anche dal consigliere nazionale della Federscherma, Luigi Campofreda, il cui intervento ha fatto da prologo alle votazioni.
La conferma alla guida del Comitato è stata accolta con grande soddisfazione da Autuori, che è anche vicepresidente del Coni Campania in carica, deciso a proseguire e rafforzare l’operato degli ultimi anni.

«Ringrazio tutte le società della regione per la fiducia conferitami – le prime parole del presidente dopo la rielezione -. Ora subito a lavoro. Si riparte, anche se di fatto non ci siamo mai fermati, neppure per un istante, dai risultati ottenuti e dai progetti da portare avanti. Concentrandoci, come sempre, non solo sulle giovani promesse e sui campioni che danno lustro alla Campania sulle pedane d’Italia e di tutto il mondo, ma soprattutto sull’attività di base, per continuare quel processo di diffusione della scherma in tutto il territorio regionale».

Un capitolo importante e prioritario, per Autuori, è rappresentato dal settore paralimpico: «Uno degli obiettivi principali del prossimo quadriennio sarà aprire sempre di più la pratica schermistica ad atleti diversamente abili. È una grande sfida sportiva e sociale, che insieme ai club condurremo senza lesinare sforzi, perché la scherma è e dev’essere davvero “lo sport di tutti”».