4 Maggio 2020

Fase 2, parte il primo treno da Milano per Napoli. A bordo 192 passeggeri

treno milano napoli

Fase 2, è partito stamattina il primo treno da Milano per Napoli. Tutti i passeggeri indossavano la mascherina e sono stati sottoposti ai controlli previsti

È appena iniziata la Fase 2, quella di convivenza con il Covid-19 e della responsabilità dei singoli. Stamattina in molti sono tornati a lavoro e sono ricominciati gli spostamenti con i mezzi pubblici.

Alle 7:10 di questa mattina è partito il primo treno da Milano per Napoli, con 192 passeggeri a bordo. Il convoglio era quasi pieno, tenendo conto del fatto che molti biglietti non sono stati messi in vendita proprio al fine di rispettare il distanziamento. Si tratta del primo spostamento della Fase 2 dal Nord verso il Sud.

Molti passeggeri sono diretti in Campania e Puglia ed arriveranno a destinazione intorno a mezzogiorno o nel primo pomeriggio.

Il Frecciarossa è partito dalla Stazione Centrale di Milano con soli 4 minuti di ritardo e, prima della partenza, sono stati effettuati tutti i controlli previsti dal nuovo DPCM del 26 aprile scorso. Gli operatori della stazione hanno verificato le temperature e le autocertificazioni ministeriali.

Secondo quanto riporta “Napoli Fanpage“, tutti i viaggiatori indossavano la mascherina ed erano ad un metro di distanza l’uno dall’altro, formando una fila di circa 100 persone. A Roma i passeggeri dovranno cambiare treno per poi raggiungere la Campania e la Puglia. A bordo del mezzo c’è anche Camillo Davigo, ex pm di Mani Pulite e membro del Csm.

Al momento pare che nessuno sia stato respinto. La tensione resta alta, si teme che la nuova riapertura possa trasformarsi in un nuovo disastro sanitario. Il DPCM del 26 aprile ammette non solo spostamenti per motivi di lavoro o motivi sanitari, ma anche spostamenti da una regione all’altra anche per fare ritorno alla propria residenza.

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca, allarmato da questa situazione e temendo una ripresa dei contagi, nei giorni scorsi, aveva segnalato la questione anche al ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

Come previsto dall’ordinanza emanata il 1 maggio dalla Regione Campania, tutti gli arrivi da fuori regione o dall’estero devono essere segnalati alle Asl. È prevista, inoltre, la quarantena obbligatoria per 14 giorni per chi si sposta senza un valido motivo.

Fratacchione: Vincenzo De Luca chiama così Fabio Fazio. Ma cosa significa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.