Esonda il Volturno: criticità in zona

Volturno
Esondazione Volturno

Dopo i drammatici fatti di Benevento, anche in provincia di Caserta sono stati registrati gravi problemi a causa del maltempo che ha flagellato la Campania: il fiume Volturno è infatti esondato e la situazione solo negli ultimi minuti ha iniziato a normalizzarsi

“Urgente: tutti i cittadini della località Destra Volturno devono allontanarsi, con urgenza, dalle proprie abitazioni e recarsi presso località più sicure o presso il palazzetto comunale“.

Volturno
Il Volturno esonda in provincia di Caserta

Con questo avviso, il sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo ha messo in allarme, questa mattina, l’intera popolazione della zona.

Mentre a Benevento si è andato avanti per più di dodici ore a spalare il fango, nel Casertano il fiume Volturno, sorvegliato speciale sin dal pomeriggio di ieri, è esondato. Le ragioni dello straripamento sono chiare, e dovute al fatto che uno dei principali affluenti del Volturno è il Calore, il fiume che è uscito dagli argini nel beneventano, ed ha straripato invadendo campagne e strade soprattutto nelle aree di Capua e Santa Maria la Fossa, in particolare ad Ailano e Castel Campagnano.

Al momento, per fortuna, non si registrano bé morti né feriti, solo ingenti danni materiali. Il sindaco del comune in provincia di Caserta, però, ha raccomandato ai cittadini di allontanarsi dalle proprie abitazioni agli abitanti, almeno in via precauzionale.

Diverse famiglie, per tutta la mattinata, hanno proceduto all’evacuazione, e a Capua centinaia di persone residenti vicino al corso del fiume hanno osservato con ansia la piena montare.

Per fortuna, l’esondazione ha solo sfiorato la città, ma diverse strade si sono comunque allagate, inondate dall’acqua e dai detriti portati a valle dalla piena. Saltate anche le fogne in diversi punti nel centro storico della città, mentre ad essere inondato p stato il comune di Santa Maria la Fossa, nel quale la strada di collegamento con Capua è stata completamente interrotta.

Situazione in via di miglioramento solo nelle ultime ore, ma le scuole sono comunque rimaste chiuse, mentre una donna, sorpresa dall’acqua, aveva rischiato addirittura di rimanere annegata.