Emergenza smog, scatta a Napoli il blocco delle auto

emergenza smog
emergenza smog

Emergenza smog: a Napoli blocco delle auto per 6 mesi nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì per salvaguardare il pianeta

L’emergenza smog a Napoli fa scattare il blocco della circolazione.

Si è tenuta in questi giorni la manifestazione FridayForFuture, lo sciopero che ha mobilitato milioni di studenti in tutto il mondo a favore dell’ambiente e contro il riscaldamento globale.

Il Comune di Napoli, per far fronte agli alti livelli di inquinamento dell’aria, ha indetto un  blocco delle auto per sei mesi.

A partire dal 1 ottobre, fino al 31 marzo 2020, infatti, nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì sarà vietata la circolazione per i veicoli privati destinati al trasporto di persone e/o merci sull’intero territorio cittadino.

Le fasce orarie in cui sarà attiva la limitazione sono: dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 16.30.

La decisione del Comune legata ai sensi della delibera della Giunta Comunale n°292 sul miglioramento della qualità dell’aria.

Il blocco della circolazione non riguarderà, però, la rete autostradale la Tangenziale di Napoli e i raccordi A1 ed A3.

Inoltre, come riporta il Comunicato del Comune tra i veicoli esenti:

  •  gli autoveicoli che trasportano diversamente abili con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, muniti del tesserino regolarmente rilasciato dalla competente Autorità, nonché i veicoli della Napoli Servizi S.p.A. adibiti al trasporto disabili;
  •  i veicoli elettrici ad emissione nulla;
  •  i ciclomotori e motoveicoli a 4 tempi;
  • i ciclomotori e i motoveicoli a 2 tempi omologati ai sensi della Direttiva 97/24CE fase Il, cap. 5 (detti euro 2) e successive;
  •  gli autoveicoli alimentati a GPL o a metano;
  •  gli autoveicoli conformi alla Dir. 98/69CE-B (Euro 4) e successive anche se adibiti al trasporto merci;
  •  gli autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling) escluso euro 0 ed euro 1