25 Gennaio 2023

Duetti Sanremo 2023: svelati i primi nomi

I primi e tanto attesi nomi dei duetti di Sanremo 2023 sono stati svelati. La serata delle cover è una delle più amate: ecco chi ci sarà

sanremo 2023

DUETTI SANREMO 2023- La serata delle cover è da sempre una delle più attese ed amate dal pubblico del Festival di Sanremo.

Si esibiscono infatti con i big in gara noti cantanti che li accompagnano per regalare delle performance di grandissimo livello ed emozioni sempre nuove ed uniche. Ci stanno svelando, poco alla volta, sempre qualche particolare in più riguardo le cinque serate del Festival della canzone italiana ma adesso a trapelare sono stati i primi nomi di cantanti che si esibiranno con gli artisti in gara nella serata dei duetti.

Vediamo allora insieme quali sono stati i primi nomi ad essere stati svelati per la serata dei duetti di Sanremo 2023:

Articolo 31 e Fedez: dopo anni di amicizia anche un po’ travagliata, il marito della Ferragni e J-AX sembrano aver trovato la pace. Fedez quindi sarà all’Ariston con la moglie, che sarà la co-conduttrice nella prima e nell’ultima serata.

Tananai e Don Joe: ricordiamo che Don Joe è un producer ed è stato un componente della storica band Club Dogo. Sarà quindi lui a spingere sulla base per Tananai, che l’anno scorso arrivò ultimo al Festival ma che è riuscito, in questo anno, ad ottenere un grande successo con i suoi brani.

Mara Sattei e Noemi: Mara Sattei si adatta molto bene in tutti i generi musicali quindi siamo tutti curiosi di vedere come si mischierà la sua musicalità vocale con quella della bellissima voce di Noemi.

Gianluca Grignani e Piero Pelù: questo duetto è ancora molto in forse infatti Grignani potrebbe trovarsi a ricercare, a pochi giorni dalla serata, un nuovo artista che lo accompagni.

Olly e Lorella Cuccarini: la storia della televisione italiana con una novità della musica. Staremo a vedere se sarà una accoppiata vincente.

Rosa Chemical e Rose Villain: ci sorprenderà il mix rap e cantautorato? Non ci resta che scoprirlo nell’esibizione delle due Rose.

Colla Zio e Ditonellapiaga: Ditonellapiaga dopo aver partecipato al Festival di Sanremo l’anno scorso accanto a Donatella Rettore, ci riprova anche quest’anno. Attendiamo questo duetto con molta ansia.

Modà e Le vibrazioni: due band sul palco ci regaleranno sicuramente un grande show. Confluiranno nella stessa esibizione, infatti, due famose band rock della scena musicale italiana. Ne vedremo delle belle.

Leo Gassman e Edoardo Bennato: new school vs old school. Un nuovo artista che si affaccia al mondo del cantautorato italiano e un cantautore affermato si affiancheranno in questa magica serata.

gIANMARIA e Manuel Agnelli: In questo duetto si incontrano e si fondono due generi musicali diversi: il rap e il rock. Tutti quindi siamo curiosi di scoprire il risultato finale.

Sethu e Bnkr44: ancora una volta si fondono due stili e generi differenti. Da un lato abbiamo un sound che va tra il metal e il punk e dall’altro abbiamo l’indie. Sono giovani che vogliono far conoscere la loro musica.

Luca D’Alessio (Lda) e Alex Britti: ancora una volta vecchie e nuove generazioni a confronto ma che si spalleggiano nella serata delle cover. Dopo anni di assenza dal palco dell’Ariston infatti torna il cantante Alex Britti che accompagnerà Lda, figlio di Gigi d’Alessio.

Madame e Izi: copo varie polemiche, Madame parteciperà alla gara del Festival di Sanremo e nella serata delle cover sarà accompagnata da Izi giovane rapper che ha già qualche successo in tasca.

Paola e Chiara e Merk & Kremont: grande ritorno non solo sul palco dell’Ariston ma proprio sulla scena musicale italiana di Paola e Chiara che si faranno accompagnare da Merk & Kremont, dj e cantautori milanesi.

Shari e Salmo: Shari nuova cantante emergente che in qualche intervista ha detto “sfidiamo i big con il nostro mondo di piccole cose”, riferendosi alla sua presenza e a quella di altri giovanissimi talenti sul palco del Festival quest’anno. Sarà accompagnata dal famoso rapper Salmo.

Attendiamo che trapelino nuovi nomi.

Potrebbe interessarti anche l’articolo: Sanremo 2023: festival più glamour che mai