Dramma a Castellammare, disoccupato tenta il suicidio davanti al Comune

dramma

Dramma a Castellammare: 59enne tenta il suicidio davanti al Comune. Prezioso l’intervento di due agenti della Polizia Municipale

Dramma a Castellammare: questa mattina un uomo di 59 anni ha tentato il suicidio a pochi passi dal Comune. L’uomo, disoccupato, con un coltello da cucina ha tentato di tagliarsi le vene, procurandosi numerose lesioni ai polsi.

Il repentino intervento di due agenti di Polizia Municipale, che si trovavano nei pressi di Palazzo Farnese, ha evitato che accadesse il peggio.

Secondo quanto riporta StabiaChannel, subito è giunta sul posto un ambulanza del 118 di Castellammare. Non essendoci però a bordo un medico che potesse visitare l’uomo in evidente stato di shock, si è reso necessario chiamare un’altra ambulanza proveniente da Pompei. Il medico ha richiesto una consulenza psichiatrica per il 59enne.

I motivi che hanno spinto l’uomo a compiere il folle gesto sembrano riconducibili alla precaria condizione economica in cui versa a causa della mancanza di lavoro. Il 59enne, infatti, vive in una casa popolare del rione Scanzano con sua moglie e un figlio ed è disoccupato con varie richieste di sussidio e assistenza sociale.