Domenica 7 aprile: visite gratuite al Museo di Capodimonte



7 aprile

Alla scoperta delle meraviglie del Sito: Domenica 7 aprile porte aperte a tutti, tra mostre temporanee e visite guidate

Domenica 7 aprile 2019: prima domenica gratuita di primavera al Sito di Capodimonte. Il Museo e l’omonimo bosco saranno visitabili gratuitamente.

Il primo piano del Museo sarà visitabile a partire dalle 8:30 fino alle 19:30. Sarà possibile ammirare la Collezione Farnese, trasferita nella prima metà del XVIII secolo per volere di Carlo di Borbone, l’Appartamento Reale e il Salone delle Feste,l’armeria e la Collezione Mario De Ciccio.

La visita del secondo piano sarà possibile previo pagamento di un biglietto dal costo di 4 euro. Dalle ore 9:30 fino alle ore 17:00 si potranno, oltretutto visitare due mostre temporanee: Jan Fabre Oro Rosso: Sculture d’oro e corallo, disegni di sangue Depositi di Capodimonte: Storie ancora da scrivere.

Per gli amanti delle passeggiate all’aperto, nel Parco, a partire dalle ore 9:00, si camminerà in cuffia con la voce del coach che racconterà le vicende della famiglia reale e gli aneddoti delle casine del Parco: tra la fabbrica di porcellana, la Real Vaccheria e la chiesa di San Gennaro, sarà possibile scoprire la quotidianità della vita a corte.

INFO
Per partecipare e per informazioni sui costi  Emilia – Rhywalk & Street Workout 335 7996585

Leggi anche



Articolo precedenteL’Ospedale degli Incurabili chiude i battenti
Prossimo articoloIntervista Insigne: monta la polemica sui social
Avatar
Sarei Acciaio, se fossi un materiale, intendo. Se potessi scegliere quale, sarei acciaio inox, brillante luminoso e resistente - anche alla corrosione - che, seppur non avanguardista come il corten, è sempre adatto, in ogni occasione. Invece sono una semplice lega ferro-carbonio, ma mi piaccio così: - ho la giusta percentuale di carbonio, quella che riesce a mediare fragilità e duttilità e quindi mi snervo, mi incrudisco e spero di non spezzarmi mai; - sono resiliente - sono instabile a volte, specie se mi arriva un forte colpo dall'alto, ma di solito, dopo un attimo di assestamento, torno in me e resisto; - ho mille sfaccettature e forme, posso essere una barra, un profilato o una lamiera; - sono attratta dai miei simili, che siano giunti o giunzioni e quei pochi che mi ispirano di più li tengo ben saldi a me; - so stare sola, ma splendo di più accanto al vetro o a dei pannelli di castagno; - amo il caldo e pure il freddo non mi spaventa, mi adatto a tutte le situazioni; - sono tenace e anche leggera. Se fossi un materiale sarei Acciaio e ora sapete anche il perché.