Home Attualità Divieto di balneazione per Bagnoli

Divieto di balneazione per Bagnoli

Covid-19

Italia
561,380
Totale casi Attivi
Updated on 15 January 2021 15:16

Balneazione vietata dal Comune di Napoli per Bagnoli, a causa dei dati a disposizione sullo stato di contaminazione dei lidi

[ads1] Il Comune di Napoli vieta la balneazione sulle spiagge di Bagnoli.

L’ordinanza che è stata messa in vigore dichiara che si tratta di un provvedimento messo necessario per tutelare la salute pubblica. Nel dettaglio la Procura ha inviato al commissario Nastasi ed Invitalia, cabina di regia dell’amministrazione di Bagnoli,  le analisi dell’Ispra e dell’Asl per cui si rimandano le azioni in programma dal governo su Bagnoli.

Una quantità eccessiva di veleni e idrocarburi sulle spiagge che richiederebbero un intervento di bonifica da parte del governo che, come per il caso Molfetta, avrebbe dovuta avviare una pratica ad uopo.

Al momento vige il divieto di sostare sugli arenili del Lido Comunale, del Lido Fortuna e Lido Arenile di Bagnoli per il provvedimento municipale, adottato «sulla scorta — si legge in una nota — dei dati analitici dell’Arpac relativi ai campioni di sabbia prelevati sugli arenili che hanno evidenziato valori di concentrazione di metalli e di idrocarburi policiclici aromatici superiori alla soglia di contaminazione per siti ad uso verde pubblico, privato e residenziale» A breve verrà sistemata la cartellonistica relativa ai divieti e attivata l’attività di vigilanza e controllo.

Bagnoli
Balneazione vietata dal Comune di Napoli per Bagnoli, a causa dei dati a disposizione sullo stato di contaminazione dei lidi

Ecco il testo dell’ordinanza:
IL SINDACO
Premesso che:
–        con nota PG/380116 del 04.05.2016, il Servizio Igiene e decoro della città ha chiesto al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL Napoli 1 – Centro di esprimere le valutazioni di merito in ordine ad eventuali misure da adottare a tutela della salute pubblica, in quanto in seguito alla Conferenza dei servizi, indetta dal Commissario Straordinario di Governo per Bagnoli e tenutasi in data 03.05.2016, l’ARPAC a mezzo pec ha fatto tenere al Comune di Napoli, tra gli altri, i rapporti di prova di campioni di sabbia, prelevati sugli arenili di Bagnoli nel mese di agosto 2014 nell’ambito del P.P. n.528429/14, da cui emerge il superamento dei valori di concentrazione soglia di contaminazione per alcuni analiti;
–        con nota n.8278 del 05.05.2016, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, trasmessa al Commissario Straordinario di Governo per Bagnoli e, per conoscenza tra gli altri, al Sindaco del Comune di Napoli, ha rappresentato che alla luce dei valori di concentrazione superiori alle CSC (concentrazione soglia di contaminazione), si rende necessaria l’adozione di misure di prevenzione/messa in sicurezza atte ad impedire la diffusione della contaminazione ed eliminare rischi per i fruitori delle aree;

Vista la nota prot. 102093/DIP del 05.05.2016  dell’ASL Napoli 1 – Centro con la quale il Direttore del Dipartimento  Prevenzione, in riscontro alla richiamata nota PG/380116/04.05.2016 del  Servizio Igiene e decoro della città, sulla scorta dei dati analitici dell’ARPAC relativi ai campioni di sabbia prelevati sugli arenili Lido Comunale, Lido Fortuna e Lido Arenile Bagnoli, che hanno evidenziato valori di concentrazione di metalli e di idrocarburi policiclici aromatici superiori alla concentrazione soglia di contaminazione per siti ad uso verde pubblico, privato e residenziale,  esprime parere affinché il Sindaco, in qualità di massima autorità sanitaria locale, sul principio di massima precauzione a scopo cautelativo, al fine di tutelare la salute pubblica,  disponga ordinanza di divieto di accesso e sosta per la cittadinanza tutta nelle parti degli arenili nelle quali è possibile un contatto diretto con la sabbia inquinata, per il tempo strettamente necessario all’esecuzione delle opere di messa in sicurezza di emergenza;

Ritenuto pertanto di dover applicare il principio di massima precauzione, a scopo cautelativo, al fine di tutelare la salute pubblica;
Visto l’art.50 del decreto legislativo 267 del 18 agosto 2000;

ORDINA

il divieto di accesso e sosta per la cittadinanza tutta nelle parti degli arenili,  Lido Comunale, Lido Fortuna e Lido Arenile Bagnoli, nelle quali è possibile un contatto diretto con la sabbia inquinata, per il tempo strettamente necessario all’esecuzione delle opere di messa in sicurezza di emergenza;

ORDINA

all’Autorità Portuale di Napoli di adottare le misure conseguenti a tale divieto di accesso;

DISPONE

la pubblicazione della presente Ordinanza sul sito web del Comune di Napoli con l’indicazione di elementi di immediata e facile conoscenza, da parte della cittadinanza, dei punti di inibizione di accesso e sosta  degli arenili interessati al divieto;

l’apposizione di segnaletica e idonea cartellonistica, ben visibile, che informi del presente divieto;

la notifica della presente Ordinanza all’Autorità Portuale di Napoli e, per suo tramite, ai titolari legali rappresentanti degli stabilimenti balneari interessati;

la trasmissione della presente Ordinanza, ad ogni effetto e conseguenza di legge:
–       al Ministero della Salute – Direzione Generale – Servizio di Igiene Pubblica
–       al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione generale per la salvaguardia del territorio e delle acque
–       al Commissario Straordinario di Governo per Bagnoli presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri
–       alla Regione Campania Settore prevenzione – Assistenza Sanitaria
–       al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL NA 1 Centro
–       al Dipartimento Provinciale dell’ARPAC
–       alla Capitaneria di Porto di Napoli;

la trasmissione della stessa al Servizio Autonomo Polizia Locale, per le necessarie attività di vigilanza e controllo, e alla Prefettura di Napoli, per le decisioni che intenderà assumere in merito al coordinamento delle Forze di Polizia del territorio.

[ads2]

Latest Posts

ULTIME NOTIZIE