30 Settembre 2020

“Difendi la città” interviene dopo un nuovo caso di stereotipi contro Napoli

Difendi la Città

Difendi la Città, l’associazione che combatte la discriminazione contro i Napoletani, è intervenuta in merito ad un dibattito in tv su La7

Difendi la Città è l’associazione che si batte contro gli episodi di discriminazione contro Napoli e la diffusione di stereotipi contro i Napoletani.

In seguito alla trasmissione della puntata di ieri sera del talk show “Di Martedì” sul canale La7, la responsabile Flavia Sorrentino è intervenuta per parlare di un nuovo caso di discriminazione.

Gli interessati sono il direttore del giornale Libero, ossia Pietro Senaldi e il leader del gruppo delle Sardine, ossia Mattia Santori – come riportato da Vesuvio Live.

Il direttore Senaldi ha affermato che “per colpa di Difendi la Città, Vittorio Feltri si è dimesso dall’ordine dei giornalisti”.

Invece Mattia Santori ha affermato in diretta tv che “A Napoli non si segue la legge e nessuno indossa il casco.”

Successivamente, Flavia Sorrentino ha usato il suo profilo Facebook per il suo messaggio di rimprovero contro Santori e Senaldi.

“Voglio rassicurare Senaldi: lo Sportello Difendi la Città non classifica le offese ai Napoletani in base all’appartenenza politica di chi ci insulta. Abbiamo agito contro Feltri perchè le sue parole “sull’inferiorità dei meridionali” sono espressione violenta di discriminazione territoriale e anti-napoletanità. Combattiamo la banalità dei pregiudizi da anni e la storiella del napoletano senza casco non ci impressiona nemmeno più.

Successivamente, la Sorrentino riprende il leader delle Sardine.

“[…] voglio dire a Santori: proporsi come alternativa alla Lega vuol dire innanzitutto proporre un’alternativa al linguaggio della discriminazione razziale e territoriale, non fa differenza. Come non fa differenza essere di destra o di sinistra quando si attacca e si offende la terra che amo. Aspettiamo le scuse di Mattia ed esigiamo che parli di Napoli con rispetto.”

Le ultime parole del discorso riguardano il fatto che Napoli abbia più di 2000 anni di storia e che sia stata la prima città europea ad opporsi al Nazi-Fascismo durante le Quattro Giornate.

https://www.facebook.com/772504999511707/posts/3361809213914593/

 

Ti potrebbe interessare: Mezzi di trasporto, disagi e sovraffollamento nelle ultime giornate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.