Detenuto si suicida nel carcere di Poggioreale

detenuto

Altro suicidio nel carcere di Poggioreale: un detenuto di 35 anni è stato trovato stamani impiccato all’interno della sua cella

Dramma nel carcere di Poggioreale: stamani un altro detenuto è stato ritrovato impiccato all’interno della sua cella, secondo quanto riportato da Il Mattino. Quest’ennesimo suicidio avvenuto all’interno del carcere di Poggioreale ci dimostra le condizioni di invivibilità di questa struttura penitenziaria.

Ciro Auricchio dell’USPP, Unione Sindacale Polizia Penitenziaria, commenta così: «Sovraffollamento e carenza di organico sono i mali del sistema carcerario, la medicina è decongestionare il sistema con il nuovo carcere che dovrebbe sorgere a Nola e nuove assunzioni di polizia penitenziaria».

C’è un enorme carenza di organico, basti pensare che solo tra Secondigliano e Poggioreale mancano 300 agenti di Polizia Penitenziaria.

Secondo molti il carcere di Poggioreale andrebbe chiuso per le condizioni in cui versa.

Il presidente ex Ddon di Napoli, Pietro Ioia, ha aggiunto: «E’ un carcere invivibile che non solo induce all’autolesionismo ma chi si ammala corre il rischio di non ricevere cure adeguate e morire lontano dalla propria famiglia come sta accadendo per il detenuto Ciro Rigotti».

FOTO DI REPERTORIO