De Laurentiis scatenato: loda Ancelotti e punge Sarri



De Laurentiis
Per l'immagine,si ringrazia tiscali.sport

De Laurentiis elogia il lavoro di mister Ancelotti ma su Sarri dice: “E’ un grande allenatore ma gioca solo per se stesso”

De Laurentiis in un’intervista elogia il lavoro di mister Ancelotti esaltando il suo metodo di lavoro e ribadendo per l’ennesima volta l’ottimo feeling che c’è tra i due.

Dichiara di essere molto contento dell’approccio che il nuovo allenatore ha con la squadra e lo difende da chi sosteneva che Ancelotti fosse arrivato al Napoli per prendere la pensione.

Si era detto di un Ancelotti arrivato al Napoli per la pensione -dichiara De Laurentiis- ma lui è un grande allenatore che ha vinto tutto e non gli si può certo rimproverare questo. Tra di noi ci sono state subito simpatia e chiarezza, ci abbiamo messo cinque minuti per fare un contratto sul quale non ci sono mai stati dubbi, né da una parte né dall’altra“.

Del tutto diverse, invece le parole riservate a Maurizio Sarri: “Non guardo più Sarri, è un grande allenatore e gli auguro di fare la sua strada in Inghilterra. Al Napoli ha dato quello che poteva e con lui non abbiamo vinto nulla. Peccato, ma nella vita c’è chi gioca per se stesso e chi per la funzione per la quale è stato ingaggiato: con questo, credo di aver detto tutto...”.

Sullo scudetto dice, come riportato da Sport Mediaset: “Tutto è possibile, basta qualche passo falso della Juventus e siamo lì. Il Napoli ha iniziato un nuovo corso, io parlo sempre di trienni e quest’anno, con l’utilizzo di tutti i giocatori, andrà bene. Certo, in Champions dobbiamo fare i conti con un girone infernale, ma speriamo di avere capacità e fortuna“.

Il pensiero finale è chiaramente rivolto alla partita di Champions League che il Napoli disputerà domani contro il PSG di Cavani: “Mi auguro ci siano fuochi d’artificio meditati. Bisognerà giocare a scacchi: pensare, meditare e fare mosse appropriate. Con Cavani ci sarà un grande, caloroso abbraccio“.

 

 

Leggi anche