Ieri al Mann la presentazione della mostra “Il Napoli nel mito”: storia, tradizioni, progetti e sogni per Napoli e per il Napoli

Da oggi, 22 dicembre 2017, al 28 febbraio 2018 al Mann – Museo Archeologico Nazionale di Napoli – sarà possibile visitare la mostra “Il Napoli nel mito“, presentata ieri in una lunga conferenza stampa alla presenza del Presidente della SSCN Aurelio De Laurentiis.

Una mostra pensata allo scopo di raccontare una storia, che non è solo la storia di una squadra di calcio ma di una città intera, che in essa si riconosce da sempre per sentimenti di profonda appartenenza e condivisione.

Attraverso la narrazione della storia della squadra, dei suoi successi e dei suoi inciampi, si vuole narrare l’ultimo secolo della città di Napoli, nelle sue affascinanti e complesse contraddizioni.

Visibile l’orgoglio del Presidente per una iniziativa che ha come obiettivo principale la rivalutazione del ricco patrimonio artistico, culturale, storico e sportivo di una città troppo spesso stigmatizzata per le sue criticità.

Numerosi gli argomenti toccati dal patron azzurro in merito ai progetti intrapresi per far crescere la realtà del Calcio Napoli.

Più volte rimarcato, da parte di De Laurentiis e Formisano, l’auspicio che il Napoli possa presto trovare un proprio spazio in città, affinché la preziosa tradizione storica della squadra possa vivere con continuità in una location dedicata.

Il Presidente ha, a tal proposito, reso noto che la società si sta muovendo in un’attività di valutazione e studio di alcuni terreni – probabilmente poco distanti da Napoli – che potrebbero candidarsi come luogo ideale per la nascita della casa del Napoli. Terreni che dovrebbero essere facilmente raggiungibili da tifosi ed addetti al settore, sia attraverso adeguata copertura ferroviaria, sia tramite autostrada.

Sottolineata l’importanza di coltivare un vivaio in grado di alimentare negli anni la prima squadra con talenti nati e cresciuti in casa, De Laurentiis ha invitato i tifosi a valutare l’importante percorso che il Napoli ha messo in atto fin dai primi anni della sua presidenza.

Società, dunque, molto attiva su più fronti e con uno sguardo sempre vivo sulla valorizzazione culturale del territorio.