D’Anna (Ala): “De Luca commissaria i commissari, sanità centro di potere”

sanità campana

Il senatore di Liberalpopolare-Autonomie Vincenzo D’Anna denuncia la sostituzione del commissario dell’Asl Napoli 3 Panaro. Sospetti sulle ragioni di natura politica

 “Commissariare i commissari”, il paradosso a cui siamo giunti rispetto alla nomina del nuovo commissario dell’Asl Napoli 3 secondo il senatore di Alleanza Liberalpopolare-Autonomie Vincenzo D’Anna, organizzatore della lista Campania in Rete al fianco di De Luca nelle ultime consultazioni regionali.

A guardar bene, pare si tratti “ancora una volta di un avvicendamento di natura esclusivamente politica”. Il neocommissario Antonietta Costantini non sembra avere titoli o esperienze di grado superiore all’uscente Salvatore Panaro, autore nel corso del suo mandato di una “corposa relazione sui guasti e sulle disfunzioni rilevate nella citata azienda sanitaria”. 

Il commissariamento di tutte le Asl campane a cui finora si sta provvedendo “secondo linee decisionali del tutto estemporanee, in un contesto ove ancora manca la nomina dei direttori generali – denuncia D’Anna in una nota – più che il prodromo della rivoluzione copernicana annunciata da De Luca, sembra la stanca continuazione del vecchio metodo che la politica ha utilizzato in passato per occupare i centri di potere della sanità campana”. 

Il senatore ha sostenuto Vincenzo De Luca alle regionali con la lista Campania in Rete nella speranza che le promesse dell’ex sindaco di Salerno sarebbero state mantenute. Nella nota lo invita ad un dialogo maggiore ed un più aperto al confronto con tutti coloro i quali che ne hanno determinato il successo elettorale e non una figura ieratica chiusa nella impenetrabile stanza dei bottoni. “Spero che – conclude – quanto accaduto rappresenti una parentesi da chiudere subito affinché finisca l’inveterata abitudine della politica politicante che predica il sublime e pratica il mediocre”.