11 Giugno 2020

Coronavirus – Rischio seconda ondata, lo dice il Ministro

coronavirus

Coronavirus: c’è la paura e il rischio per una seconda ondata. Ecco le parole ufficiali del ministro della Salute Roberto Speranza

CORONAVIRUS – Se una settimana fa si ‘festeggiava’ il traguardo importante della Regione Campania e il calo dei contagi nella altre regioni, adesso circola paura.

Potrebbe esserci il rischio di una seconda ondata, ad affermarlo è – il ministro della Salute – Roberto Speranza.

Ecco le sue parole:

“Aumentano i guariti, si riduce la curva del contagio, molte regioni sono a zero, diminuiscono i deceduti. L’indice Rt è in tutta Italia sotto 1. Sono dati incoraggianti che però rappresentano solo una parte della realtà. Le analisi rilevano indicazioni precise che non dobbiamo sottovalutare.

L’epidemia non è finita: ci sono ancora focolai di trasmissione e il virus, anche se in forma ridotta e con una prevalenza di casi asintomatici, continua a circolare. Dobbiamo essere pronti a una eventuale seconda ondata”.

Alla Camera – in merito all’emergenza Coronavirus – Speranza spiega:

“Occorre tenere alto il numero dei tamponi effettuati, soprattutto per ricercare possibili focolai laddove il Covid ci ha fatto più male. Non bisogna esitare nemmeno un secondo a prendere nuovi provvedimenti rigorosi laddove se ne manifesti la necessità.

Dopo mesi drammatici, tutti, io credo, avvertiamo l’urgente esigenza di allargare e rilanciare il confronto istituzionale, politico e sociale.

Serve un confronto a tutto campo, a partire dalle forze politiche in Parlamento, con le tante preziose energie delle professioni sanitarie, del mondo scientifico, università, volontariato e associazionismo.

Serve una limpida dialettica tra maggioranza ed opposizione, tra forze che a diversi livelli istituzionali hanno, nella gestione della sanità, rilevanti e concorrenti responsabilità di governo, così come definito dall’articolo 117 della nostra Costituzione.

Per me la collaborazione non è una scelta ma un vero e proprio obbligo istituzionale.”

Coronavirus, parla Roberto Speranza

Coronavirus, parla Roberto Speranza

Il ministro della Salute conclude dicendo:

“Come è evidente, la prudenza resta per me la regola fondamentale perché non saremo definitivamente “sicuri” senza il vaccino che è lo strumento principe per sconfiggere definitivamente questa pandemia.

L’Italia in queste settimane è stata protagonista di una forte iniziativa in Europa.

Insieme ai miei colleghi di Germania, Francia ed Olanda abbiamo costruito un’alleanza di testa che guiderà l’approvvigionamento del vaccino per tutti i Paesi Europei.

L’Unione deve essere in grado di garantire, attraverso un processo equo e trasparente, che tutti possano avere accesso al vaccino”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: “CORONAVIRUS, UN RAGAZZO RIENTRA DAL NORD, È POSITIVO” 

Resta sempre aggiornato con Napoli.Zon per ricevere in tempo reale tutte le notizie, clicca qui 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.