Coronavirus: denunciati due sposi mentre scattavano foto sul Lungomare

coronavirus

Coronavirus: denunciati neosposi sorpresi a passeggiare e a scattare foto sul lungomare nonostante i divieti per limitare il contagio

Coronavirus: ancora trasgressioni alle prescrizioni del Governo e della Regione per limitare il contagio.

Negli scorsi giorni, infatti, diverse sono state le segnalazioni tra cui una denuncia per la celebrazione di un battesimo a San Gennaro Vesuviano.

Questa volta, nonostante le prescrizioni, una coppia di neosposi, accompagnati dal testimone, sono stati visti passeggiare tra le vie che conducono al Lungomare.

A dara la notizia l’ANSA che riporta una denuncia ai danni della sposa e del marito da parte della Polizia di Stato per violazione delle norme emesse dal Governo contro il virus che dilaga nel Paese.

Gli agenti del commissariato San Ferdinando, infatti, dopo una segnalazione da parte della centrale operativa, hanno sorpreso le quattro persone in via Partenope.

L’Assessore alla Protezione Civile e all’Anagrafe, Rosaria Galiero, in merito alla celebrazione dei matrimoni in tempo di emergenza, ha affermato:

“Le celebrazioni di matrimoni o unioni civili sono effettuate solo se già concordate o già fissate in agenda vengono celebrate solo in casi di comprovata indifferibilità. Ovviamente l’accesso in sede è consentito ai soli nubendi/dichiaranti per la costituzione di unione civili, testimoni e Ufficiale di stato civile delegato, i quali durante la celebrazione devono mantenere le distanze previste dalle norme. Attualmente tutte le nuove istanze non sono celebrate”.