Coppia gay perseguitata e aggredita da un uomo di 50 anni

Roma
Roma, coppia gay perseguitata e aggredita da un uomo di 50 anni

Roma, un uomo di 50 anni continua a perseguitare e minacciare una coppia gay nota in paese. L’uomo non è stato ancora arrestato

A Roma, una coppia gay non riesce a liberarsi dalle minacce e i continui insulti da parte di un uomo di 50 anni. Le minacce sono iniziate il 14 giugno scorso, quando il 50 enne ha cercato di irrompere nella casa della coppia chiamandoli “fr**i, ric***oni ecc”. La coppia era riuscita a rifugiarsi in casa chiudendo la porta alle loro spalle ma l’uomo, non contento, ha iniziato a colpirla con un bastone. Uno dei due ragazzi ha chiamato il 112: le forze dell’ordine poi hanno allontanato il 50enne.

Però la persecuzione non finisce qui. Difatti come affermano i colleghi de La voce della nazione, lunedì l’uomo si è avvicinato nuovamente ad uno dei due ragazzi, e per strada prima lo ha insultato poi ha cercato di colpirlo con una pala.
Stessa dinamica si è ripetuta mercoledì dove l’uomo ha esclamato “te do fuoco a te e alla macchina” mentre colpiva uno dei due ragazzi omesessuali. Grazie ai passanti, l’uomo è stato fermato ma il ragazzo ha riportato gravi contusioni.

Tuttavia nonostante le continue denunce da parte della coppia gay, l’uomo non è stato ancora arrestato e continua a inveire contro di loro.  Ad esporre questo problema della mancanza di rispetto nei confronti dei lgbt (lesbiche, gay, bisex e trans) è intervenuto il portavoce Gay Center e Responsabile Gay Help LineFabrizio Marrazzo.

Infatti Marrazzo sottolinea che molte persone non essendo dichiarate come lgbt, preferiscono non denunciare le eventuali aggressioni perché hanno paura che possano aumentare. E ci sono molti casi in cui nonostante la denuncia le vittime non vengono  comunque tutelate.  Pertanto Marrazzo chiede a Conte di impegnare il Governo nell’approvazione di una legge seria contro l’omotransfobia.

LEGGI ANCHE: QUANDO DE LUCA DISSE:”A NAPOLI PERSONE GENETICAMENTE LADRE”